Il premio Nobel per la Pace alla Ue è una vergogna

Mille persone, hanno partecipato alla  manifestazione di sabato 13 ottobre e Venegono (Va). Tra i manifestanti gruppi di solidarietà al popolo palestinese, coordinamenti per la Pace (tra i quali il CcP), rappresentanze dei movimenti per l’Acqua, Donne in nero, sindacati di base. Poche le bandiere di partito (Prc, Sinistra critica), equa la distribuzione delle età e dei generi. Alex Zanotteli ha definito vergognoso il Nobel per la Pace dato alla Ue mentre Luisa Morgantini – già vicepresidente del Parlamento europeo – ha sottolineato che con questa scelta si è reso evidente che il  Nobel per la Pace non ha più alcun significato. Nessun incidente nonostante lo schieramento di forze dell’ordine in assetto antisommossa e con un numero spropositato di uomini e mezzi compreso un elicottero che ha ronzato intorno ai manifestanti per tutto il lunghissimo persorso che si è svolto intorno alle attrezzature militari della Aermacchi per concludersi al Castello dei Comboniani.   Grande la soddisfazione degli organizzatori e la consapevolezza che con questa manifestazione tanto partecipata si ripresenta sulla scena politica italiana – dopo anni di stasi –  la forza popolare e variopinta di coloro che chiedono Pace e vogliono che si interrompa l’indecente sperpero di denaro pubblico in armamenti e in industrie di morte da riconvertire creando anche nuova occupazione.  Dedica al pacifista varesino Stefano Ferrario. Pace terra e libertà per il popolo palestinese (Ugo Giannangeli). Video interventi di Alex Zanotelli, di Luisa Morgantini, di Giovanni Bertinotti (Usb Aermacchi). Minuto di silenzio per i bambini uccisi a Gazastriscioni, Donne in nero, partenza, all’Aermacchi, Coordinamento comasco per la Pace. Guarda la galleria delle foto della Manifestazione di Marta Selicorni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: