Mese della Pace/ Sì alla cittadinanza a Liliana Segre

La Como della Pace, della solidarietà, dell’accoglienza, della cultura, dei diritti sostiene la proposta di cittadinanza onoraria a Liliana Segre. Pubblichiamo il comunicato di adesione delle organizzazioni che promuovono il mese della Pace (tra esse ecoinformazioni e l’Arci provinciale) e il testo dell’intervento che Segre tenne al convegno “Migrando nel terzo millennio” del Coordinamento comasco per la pace pubblicato negli Atti da ecoinformazioni.

«Le realtà che stanno lavorando alla costruzione del mese della Pace 2020 a Como esprimono grande preoccupazione in questo momento storico caratterizzato dalla negazione dei valori democratici che il popolo italiano ha faticosamente conquistato, soprattutto con il sacrificio di tanti uomini e donne che hanno donato la loro vita per costruire un futuro di libertà, di pace e di convivenza civile.

In particolare, tra i tanti episodi di violenza e di intolleranza che quotidianamente avvengono nel nostro paese, sono sconcertate per quanto sta accadendo alla senatrice Liliana Segre che è diventata oggetto di insulti e di minacce.

La senatrice ha speso la sua vita per far conoscere le conseguenze nefaste che l’odio e il razzismo hanno fatto vivere a lei, alla sua famiglia e al popolo italiano, cancellando ogni forma di dialogo e di confronto civile.

Per sottolineare la condivisione del suo lavoro di testimonianza e conoscenza, chiedono a tutti i Comuni del territorio, grandi e piccoli, di conferire a Liliana Segre  – che proprio nel Comasco ha vissuto, durante la persecuzione nazifascista, momenti tra i più drammatici della sua vicenda – la cittadinanza onoraria e contestualmente di operare concretamente contro ogni negazione dei valori democratici e antifascisti della Repubblica Italiana nata dalla Resistenza». [Mese della Pace di Como 2020]

Ecoinformazioni e l’Arci di Como aderiscono alla proposta di cittadinanza onoraria a Liliana Segre riproponendo dai nostri archivi l’intervento Gli orrori del XX secolo.L’orrore dei lager nazisti di Liliana Segre [Cantù, 19 novembre 1999], pubblicato nelle nostre edizioni nel libro Migrando nel terzo millennio [Atti del Convegno del 1999 del Coordinamento comasco per la Pace, edizioni ecoinformazioni]. Le parole di Segre, in una sala gremita di ragazzi e ragazze che la ascoltavano commossi/ e dal racconto e colpiti/ e dalla sua forza morale, sono state da allora tra i fondamenti del nostro impegno antirazzista e antifascista. Leggi l’intervento di Liliana Segre.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: