“Soldati” in erba per i Balocchi

L’Osservatorio democratico sulle nuove destre denuncia l’iniziativa della Città dei balocchi che utilizza studenti della città militarizzati per metterli a servizio del consumismo e della mercificazione delle festività natalizie.

«La nostra Redazione [Osservatorio democratico sulle nuove destre Como] aveva già affrontato in passato, in maniera molto critica, il tema della discutibile iniziativa – “Studenti con le stellette” – avallata da alcune delle principali istituzioni comasche ma ciò che apprendiamo oggi dalla stampa locale ci sembra veramente troppo anche per Como.
Abbiamo già avuto modo di esprimere tutta la nostra contrarietà nei confronti della decisione di alcuni dirigenti scolastici di permettere che, l’educazione alla vita militare, approdi all’interno degli istituti medio-superiori mediante questa tipologia di “attività extrascolastica” inserita in collaborazione con i coordinamenti della provincia di Como Bersaglieri e dell’Associazione Nazionale Autieri d’Italia e vogliamo richiamare con forza la nostra presa di posizione ma oggi veniamo a sapere di un fatto che, a nostro avviso, è ancora più grave.
Pare che la natalizia “Città dei Balocchi” si avvalga della collaborazione di questa associazione – che militarizza le studentesse e gli studenti – con il benestare del Comune di Como e del Consorzio “Como Turistica” impegnando le ragazze ed i ragazzi per una sorta di “servizio d’ordine” con il duplice risultato che delle ragazze e dei ragazzi giovani vengano: da una parte avviati al tema della repressione e del militarismo e dall’altra messi a svolgere un servizio per il quale non hanno minimamente la preparazione mettendo a grave rischio la propria e l’altrui incolumità.
Come Osservatorio democratico sulle nuove destre esprimiamo contrarietà e preoccupazione per questo tipo di iniziative che, anziché dare alle giovani generazioni gli strumenti per formare il proprio senso critico sposta l’attenzione sul militarismo in una fase storica dove è evidente la necessità di pace». [Fabrizio Baggi, Coordinatore provinciale Osservatorio democratico sulle nuove destre Como].

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: