Civitas, Pd e Svolta civica per Dea e Consulta ambientale

Civitas, Partito democratico e Svolta Civica presenteranno il 15 dicembre due delibere per la Dichiarazione dell’emergenza climatica e per l’istituzione della Consulta ambientale. Nel giro di poche ore quindi con documenti diversi, ma finalizzati allo stesso risultato, dopo l’inverosimile rifiuto che ha determinato la fine del dialogo tra Fff e Giunta Landriscina, l’intero mondo ambientalista, i sindacati e gli altri aderenti uniti nella rete Como per il clima e il centrosinistra comasco tentano di superare negazionismo e mortificazione della democrazia. Il documento di Civitas, Partito democratico e Svolta Civica.

«Dopo un accurato lavoro portato avanti nelle settimane passate, Lunedì 16 dicembre depositeremo in Comune a Como due delibere che consideriamo strategiche: la delibera di dichiarazione da parte del Consiglio Comunale dell’emergenza climatica nel Comune di Como e la delibera istitutiva della consulta ambiente del Comune di Como e relativo regolamento.
Il primo provvedimento è teso a prendere atto dei cambiamenti climatici, evidenti e non più trascurabili, e permette al Comune di Como di intraprendere atti, linee guida programmatiche, progetti e trasferire fondi per la lotta all’inquinamento al contrasto ai cambiamenti climatici e a contribuire in modo fattivo alla costruzione di un futuro sostenibile, aprendo a una nuova consapevolezza istituzionale sul tema.
Il secondo provvedimento è teso a dare voce alle tante realtà che, sul territorio, si adoperano per tutelare, valorizzare e promuovere le risorse naturali, la biodiversità, la mobilità sostenibile e si fanno carico dei problemi come l’inquinamento, la qualità dell’aria e delle acque.
Ci teniamo a sottolineare come questi due provvedimenti sono anche un segnale, chiaro ed inequivocabile, del fatto che la politica oggi deve occuparsi di questi temi. Facciamo nostra la responsabilità di portare avanti questi temi nelle istituzioni aprendoci a una nuova fase di gestione delle problematiche ambientali che non può fare a meno delle realtà del territorio, come interlocutori fondamentali per le politiche della città.

Civitas (primo firmatario), Partito Democratico e Svolta Civica auspicano che questo lavoro possa trovare la condivisione più larga possibile degli altri gruppi consiliari. Per i dettagli dei documenti seguirà nei prossimi giorni una conferenza stampa ad hoc».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: