ecoinformazioni on air/ L’Arci è socialità

Il servizio di Gianpaolo Rosso, nell’edizione delle 19,45 di Metroregione di Radio Popolare del 28 febbraio. Sono centinaia i circoli Arci della Lombardia chiusi per ridurre la probabilità di contagio, centinaia gli eventi sospesi o soppressi, numerosissimi i progetti di promozione culturale bloccati e anche il servizio civile ha interrotto le attività.

Ciò condiziona non solo la vita e la sostenibilità economica di tanti circoli ma soprattutto ha interrotto l’azione di presidio contro la solitudine visto che i circoli Arci sono un luogo di socialità aggregazione, cultura, cittadinanza attiva. Per questo il Consiglio regionale dell’Arci che si è svolto in via telematica nel rispetto dell’ordinanza contro il contagio ha deciso di chiedere alle istituzioni maggiore attenzione affermando che chi svolge promozione sociale ha un ruolo strutturalmente diverso da quello di soggetti economici che offrono servizi importanti ma finalizzati al profitto. Massimo Cortesi, presidente di Arci Lombardia conferma che l’associazione rispetta le ordinanze e fa presente come la riduzione degli spazi di socialità che l’Arci garantisce crea un vuoto nelle comunità e colpisce lo sforzo e l’impegno di soci, di volontari e di personale dipendente dell’associazione. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: