Livia Mastrini con “Far-far” nella Piazza virtuale dell’8 marzo a Como

Livia Mastrini propone per l’8 marzo una narrazione poetica.

Far-far*
Far-far 
Fremono le palpebre
Stato larvale
Frammenti di me
Libera, libero

Far-far*
Freme l'aria d'ali di luce
Sfavilla iridescente
Impalpabile
Libro, libera, leggera

Far-far*
Freme soffio carezzevole
Appresso mi cingo
Poso, attendo
Lo sguardo tuo
Libero stupore

Far-far*
Fremono le mani, mani, Madre, le tue
Calice e pioggia d'esile suono
Nutrono
Leggera scuoto
 
* Pronunciare Far-far  in modo silenzioso sentendo il sibilo tra i denti: l'aria che vibra e fuoriesce da te che leggi e si disperde nell'aria che circonda. Atto creativo nella Creazione. [Livia Mastrini]
 




 




 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: