Qualche tutela anche in Ticino

Primi spiragli di rispetto della sicurezza de lavoratori in Svizzera con risvolti anche per i frontalieri. L’Osct (Organizzazione cristiano sociale ticinese) considera positive le misure emanate in Svizzera che chiudono molte attività mentre tutte «le altre aziende e le imprese vengono severamente invitate a limitare il più possibile le proprie attività sul territorio, favorendo il telelavoro e fermando le funzioni non vitali. A tutela del personale che resterà in forze sarà necessario che vengano tassativamente rispettate le norme igieniche emanate dal Medico cantonale. A tal proposito tutte le aziende del Ticino riceveranno un protocollo sanitario da perseguire fedelmente.

  • Oltre al 19 marzo (San Giuseppe), i giorni 20 e 21 marzo verranno considerati festivi in via straordinaria.
    La polizia cantonale verificherà sul corretto rispetto di tutte queste norme; ogni abuso dovrà quindi essere denunciato per il benessere dell’intera comunità».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: