ecoinformazioni on air/ Ridateci il Sant’Anna

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione delle 19,45 del 14 aprile di Metroregione di Radio popolare. Non sono solo i 22 morti in un mese su 87 ospiti della Casa di riposo della Croce di Malta di Canzo, o gli 8 positivi di Villa Citterio a Lezzeno in un solo giorno, la strage delle Rsa è la realtà anche nel comasco.

E mentre l’ATS non fornisce dati credibili mancano ancora presidi essenziali persino per il personale sanitario, non vengono fatti i necessari tamponi e non è adeguata  la separazione tra positivi e negativi con evidente diffusione del contagio. Il Consigliere regionale del Pd Angelo Orsenigo insiste da settimane che è urgente riaprire l’ex ospedale Sant’Anna di via Napoleona, abbandonato ai tempi della privatizzazione selvaggia imposta dalle destre in Lombardia, che è enorme e  a parere anche della’Azienda sanitaria locale potrebbe essere facilmente riaperto. La Regione non risponde eppure la proposta è chiara: «Avendo parte della struttura a disposizione si potrebbero, fatti i tamponi,  mettere in osservazione gli ospiti positivi delle Rsa, separandoli dai negativi per spezzare la catena del contagio». [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

1 thought on “ecoinformazioni on air/ Ridateci il Sant’Anna

  1. Persone che lavorano all’ex Sant’Anna di via Napoleona fanno giustamente notare che anche dopo lo spostamento dell’Ospedale a San Fermo in una parte dei locali allora abbandonati sono oggi attivi servizi sanitari importanti. Il parere citato dall’articolo parla di una parte del monoblocco che potrebbe alloggiare qualche decina di pazienti. Se venissero coinvolte altre aree dell’enorme struttura si potrebbe arrivare facilmente a centinaia. Gianpaolo Rosso

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: