ecoinformazioni on air/ Valichi e diritti minori

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione delle 19,45 del 30 aprile di Metroregione di radio Popolare. Si è aggravato,  con l’incremento delle attività permesse oltre il confine,  il problema della via crucis che viene imposta ai frontalieri per entrare in Svizzera con code chilometriche data la chiusura dei valichi minori e i controlli. Arrivati in Svizzera i lavoratori provenienti dall’Italia trovano livelli di sicurezza ancora minori di quelli italiani e non c’è neppure un accordo tra imprenditori e sindacati per assicurare condizioni di lavoro adeguate alla fase dell’epidemia che in Ticino è tutt’altro che finita.

 Rifondazione comunista chiede l’immediata riapertura dei valichi minori e  la possibilità che dal 4 maggio riaprano tra Ticino e Italia  è, per il segretario provinciale del pd Broggi e il consigliere regionale Orsenigo, una vittoria del pd e ridurrà  le lunghissime code a cui i frontalieri sono costretti ogni giorno. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: