ecoinformazioni on air/ Senza dimora senza tutto

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione delle 19,45 del 15 maggio di Metroregione e nel Radiogiornale delle 8,30 del 16 maggio di Radio Popolare. Mentre cresce l’impegno del Comune di Como perché tutto riapra e per dare sostegno ai commercianti, chiude l’accoglienza. Vittime al solito i senza dimora. Circa 300 persone ora ospitati in parte dall’emergenza freddo e dall’emergenza covid.

A loro, migranti e  italiani, già da una settimana non viene più permesso di  rimanere anche di giorno nelle strutture nelle quali vengono accolti la notte. Per loro non è più previsto a mezzo giorno un pasto caldo ed il Comune non ha alcuna proposta per  gestire la situazione dalla fine di maggio quando chiuderà l’Emergenza freddo,  ma la costrizione a dormire in strada e a viverci senza alcun rifugio sarà comunque una condanna. Drammatica anche la situazione sanitaria con l’annunciata chiusura sia dello  spazio di via Sirtori del Comune che di quello di via Cadorna destinato ai senza dimora positivi messo a disposizione dall’Asst. Sembra che l’amministrazione comunale che nel momento di picco della pandemi era stata costretta ad aprire qualche possibilità per i senza dimora consideri ora risolto sia il problema sanitario che quello sociale e ritorni a non volersene occupare per nulla rifiutando anche di allestire il secondo dormitorio che pure il Consiglio comunale aveva chiesto ci fosse. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: