Prc/ Nessuno spazio ai fascisti, né vecchi né nuovi

In merito alla parata fascista che si terrà oggi, 26 luglio, tra Dongo e Giulino di Mezzegra (CO) pubblichiamo il comunicato di Fabrizio Baggi, segretario regionale di Rifondazione comunista Lombardia.

«Il 26 luglio è arrivato e nonostante un appello corale di tutte le realtà democratiche ed antifasciste della provincia di Como, un esposto alla Procura della Repubblica ed uno al Questore e un’interrogazione parlamentare lo scempio della commemorazione dei criminali della RSI e del criminale Benito Mussolini oggi si terrà tra Dongo e Giulino di Mezzegra, con la vergogna di essere stata autorizzata.
Dongo e Giulino sono luoghi fondamentali per la storia della Liberazione dalla follia nazifascista, sono i luoghi dove il CNL ha realmente messo fine al più oscuro ventennio della storia di questo Paese; la provocazione di svolgere proprio li, in quei luoghi storici, simili parate fasciste con tamburi, inquadramento paramilitare, “presente”, saluti romani ed altra apologia di vario genere, il tutto con un prete nostalgico che sta tra chi dirige il lavori e l’autorizzazione delle istituzioni che dovrebbero essere “democratiche ed antifasciste” è una vergogna che non si può più sopportare.
La Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza è antifascista tutto ciò che si muove al di fuori di questi valori è illegale che piaccia o meno a chi poteva non autorizzare questo schifo e invece lo ha fatto.
Faccio appello a tutto l’arco delle realtà democratiche ed antifasciste provinciali, regionali e nazionali: non permettiamo più che ciò accada riprendiamoci la piazza di Dongo e Giulino di Mezzegra facciamo si che l’importanza storica di queli luoghi della Liberazione assuma finalmente la valenza nazionale che ha diritto storico.
Mai più spazi ai fascisti, ne a Dongo ne a Giulino ne altrove.
Ora e sempre Resistenza». [Fabrizio Baggi, Prc Lombardia]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: