ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Palinsesto 23 agosto/ Malaria

Mentre giustamente si adottano tutte le cautele per evitare di essere portatori o malati di covid, altre malattie falcidiano intere popolazioni senza che né l’industria dei farmaci, né i governi dei paesi più ricchi se ne curino minimamente. Così ad esempio la malaria continua a uccidere nell’indifferenza generale e lo fa mentre i media dei paesi ricchi si interrogano sull’efficacia o meno di un farmaco antimalarico che secondo Trump sarebbe efficace contro covid.

Alle 10/ Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) circa il 90% dei casi di malaria nel mondo e il 92% dei decessi avvengono nella Regione africana. È presente praticamente in tutti i contesti in cui lavoriamo. Si tratta di Paesi a basse risorse dove le strutture e i mezzi per la risposta alla malaria sono carenti e dove la diffusione della malattia contribuisce a sua volta a mantenere un circolo vizioso che alimenta disagio e povertà. I bambini sotto i 5 anni sono particolarmente esposti e più suscettibili allo sviluppo di forme gravi della malattia. Più dei due terzi (70%) di tutti i decessi per malaria si verificano, infatti, in questa fascia di età e, nonostante il numero di decessi sia diminuito da 440 mila nel 2010 a 285 mila nel 2016, la malaria rimane ancora una delle principali cause di mortalità nella popolazione infantile. Medici senza frontiere.

Alle 11/ It’s halted some of history’s most powerful armies, infected several US presidents, and killed billions of humans throughout history. Malaria is the deadliest disease known to man — and it still infects hundreds of millions of people every year.

Alle 12/ En los últimos 15 años, la carga mundial de la malaria se ha reducido drásticamente. Desde el 2000, cerca de 60 países han reducido los casos de malaria en un 75% o más y en un 37% los nuevos casos. Pero queda mucho camino por recorrer. Sólo en 2015, más de 400 000 personas fallecieron a causa de la enfermedad y se registraron 214 millones de nuevos casos. [World Health Organization (WHO)]

Alle 13/ Il lancio in tre Paesi africani, Malawi, Ghana e Kenya, del primo vaccino contro la malaria è una tappa importante nella lotta ad una malattia che provoca ogni anno oltre 400 mila morti, di cui oltre la metà sono bambini. Al momento, però, l’efficacia del vaccino si colloca tra il 30% e il 45% ed è particolarmente bassa tra i bambini più piccoli.
Ma cosa può rappresentare l’introduzione del vaccino contro la malaria in aree del mondo dove questa malattia è tra le principali cause di morte e che valutazione possiamo dare alla sua efficacia? Abbiamo rivolto queste domande a Giorgio Palù, presidente della Società italiana di Virologia e professore ordinario di Microbiologia e Virologia all’università di Padova. Riprese e montaggio di Barbara Paknazar.

L’Èstate di Arci Como WebTV continua domani. [Dario Onofrio, ecoinformazioni]

Per proporre i vostri contenuti:
ecoinformazionicomo@gmail.com
+39 3409867778

FAI IN MODO CHE SI POSSA PARLARE DI POLITICA E CULTURA ANCHE A FINE EMERGENZA: DONA ORA PER I CICOLI IN DIFFICOLTÀ.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: