ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Palinsesto 29 agosto/ Arci Trebisonda/ Musical e teatro

Il musical è una forma di spettacolo in cui la musica è dominante e prende parte alla rappresentazione da protagonista. La proporzione tra canzone e recitazione non è una costante: esistono musical dove solo alcune scene vengono cantate e ballate, e altri completamente musicati. Anche il genere musicale non è univocamente definito ma può spaziare dal jazz al rock o addirittura essere ispirato ai grandi successi di una certa epoca o di un certo gruppo musicale. Le caratteristiche generali sono le stesse, atmosfera surreale e scenografie spettacolari conciliate da una naturalezza che fa scivolare in modo fluido dalla canzone alla recitazione.


La tradizione parte senza dubbio dai musical in teatro, quindi dal vivo, che tutti noi ricolleghiamo a Broadway, ma ormai il musical è divenuto un vero e proprio genere cinematografico, o anche di animazione, alcuni musical addirittura nascono prima come film e poi hanno una loro rappresentazione a teatro. Negli ultimi anni hanno anche conquistato il mondo televisivo: oltre alla puntata musical, che è ormai diventata un must per le serie tv, nascono sempre più show televisivi interamente musicati.

Dalle 10/ Iiniziamo il nostro viaggio con Broadway. Oltre i classici come Cats o The phantom of the opera, che tutti conoscono, ci sono delle perle meno note in Italia. The book of mormon (2011), scritto dai creatori della serie animata South Park, è una di queste. È la storia di due giovani mormoni inviati in Uganda come missionari e dei loro dubbi riguardo alla fede. Ecco il celebre pezzo di apertura Hello.

Dalle 11/ un esempio di musical la cui versione cinematografica ha preceduto quella teatrale: Mamma Mia! La versione cinematografica risale al 2008, e ha avuto un seguito nel 2018. Sophie e sua madre gestiscono una pensione su un’isola greca, dove sta per sposarsi. Non avendo mai conosciuto suo padre, invia un invito a tre possibili candidati, scovati grazie al vecchio diario di sua madre dando luogo a una brillante commedia degli equivoci, musicata dai grandi successi degli ABBA. Proponiamo alcuni pezzi della versione teatrale italiana del 2017/2018, regia di Massimo Romeo Piparo e le coreografie di Roberto Croce.

Dalle 12/ Parlando di musical che si rifanno ad opere precedenti non possiamo non citare Rent, ovvero la rappresentazione in chiave rock dell’opera lirica “La Bohème” di Puccini. Ambientato nell’East Village di New York a fine anni ’80 racconta la storia di un gruppo di artisti bohemien che devono fare i conti con l’affitto da pagare, ma soprattutto con la droga e con l’AIDS che dilagava in quegli anni. Musica e canto fanno da padroni in questo spettacolo, di contro coreografie e scenografie sono minimali: quello che deve risaltare è l’importanza dei legami affettivi tra i protagonisti dell’opera. Perché il contratto più importante che si possa stipulare non è quello per un buon appartamento, ma è il contratto d’affitto che stipuliamo con la vita stessa, per il tempo che ci è concesso su questa terra. E la misura migliore che abbiamo per dare valore a questo tempo non è altro che l’amore.
Il brano “Seasons of love” tratto dalla versione cinematografica.

Dalle 14/ C’è infine tutta la parte dei film d’animazione musicali, di cui la Disney ne ha prodotti in gran quantità allietando la nostra infanzia (e non solo). Tra i più famosi ricordiamo La bella e la bestia, Aladdin, Il re leone, Mulan. Uno dei più recenti, che ha riscosso un enorme successo è “Frozen”. La rivisitazione della favola della regina di ghiaccio, narra la storia delle due principesse di Arendelle: Elsa, la maggiore dotata di poteri magici legati al ghiaccio e alla neve, ed Anna, la sorella minore. Quello che cambia rispetto a molti altri classici Disney precedenti è la visione della donna: Elsa non è la tipica principessa che sogna un principe azzurro che venga a salvarla col suo cavallo bianco, bensì è una donna forte che sa cosa vuole dalla vita, che sa contare sulle proprie capacità, che impara ad accettare la propria diversità vedendola come un punto forza e non di debolezza.
Il manifesto di questa rivoluzione personale prende vita nel brano “All’alba sorgerò” cantato da serena Autieri nella versione italiana.

Dalle 16/ Inserire la musica all’interno di uno spettacolo non significa necessariamente creare un musical nel senso classico del termine, un esempio è quello del progetto Come lei io della compagnia Trebisonda. La musica è una parte estremamente importante in quest’opera, per la quale i brani originali sono stati scritti appositamente e che verrano suonati dal vivo dai DesMunda.
Ecco i musicisti del gruppo che ce ne parlano in un’intervista.

L’Èstate di Arci Como WebTV continua domani. [Dario Onofrio, ecoinformazioni]

Per proporre i vostri contenuti:
ecoinformazionicomo@gmail.com
+39 3409867778

FAI IN MODO CHE SI POSSA PARLARE DI POLITICA E CULTURA ANCHE A FINE EMERGENZA: DONA ORA PER I CICOLI IN DIFFICOLTÀ.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: