ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Palinsesto 31 agosto/ Banksy

La street art può salvare vite umane superando leggi ingiuste e governi assassini. La nave di Banksy lo ha fatto con il supporto di Sea-Watch e di Mare Jonio di Mediterranea.

Dalle 10/ Il video manifesto pubblicato dall’artista su Instagram: «All black lives matter».

DAlle 11/ The Italian coastguard has helped dozens of migrants stranded on a rescue boat funded by British street artist Banksy. The boat was unable to move due to an overcrowded deck after picking up 219 migrants off the Libyan coast since Thursday. The crew claimed European officials ignored repeated calls for help – but the Italian coastguard has since taken on board 49 of the refugees.

Dalle 12/ L’ingresso nel porto di Lampedusa della motovedetta della Guardia costiera che ha trasbordato 49 migranti che facevano parte di un gruppo più ampio di 130 persone salvate dalla nave “Louise Michel”, finanziata dallo street artist Banksy. La Guardia Costiera italiana, dopo le ripetute richieste di aiuto della “Louise Michel”, rilanciate dalle navi “Sea Watch” e “Mare Jonio”, ha raggiunto la nave Louise Michel con una motovedetta classe 300 partita da Lampedusa che ha imbarcato le 49 persone ritenute più vulnerabili, ovvero 32 donne, 13 bambini e 4 uomini a completamento dei nuclei familiari. Con loro anche il corpo di un migrante deceduto durante la traversata. Video di Niccolò Lupone.

Dalle 13/ Breve biografia della vita e delle opere del writer inglese Banksy.
Banksy è un artista, writer e regista inglese, considerato uno dei maggiori esponenti della street art. Si tratta di una figura per certi versi enigmatica perché ad oggi non se ne conosce con certezza l’identità. Nonostante ciò le sue opere hanno la capacità di mettere in luce argomenti riguardanti la politica, la cultura e l’etica.

Dalle 14/ Banksy a Milano nel 2019. La street art di Banksy lascia la strada ed entra in un museo. Il Mudec di Milano, primo museo pubblico a farlo, dedica una retrospettiva all’artista britannico dall’identità segreta e autore di opere iconiche.
La mostra “A visual protest. The Art of Banksy” raccoglie lavori provenienti da collezioni private e li infila in un percorso che prima vuole raccontarli a partire dalle influenze e dalle ispirazioni artistiche, movimenti come il situazionismo ad esempio, e poi prova a raccoglierli per grandi temi: dalla ribellione al consumismo, fino ai giochi di guerra.
Più che opere, ha spiegato il curatore Gianni Mercurio ad askanews, sono messaggi, narrazioni: “È una mostra volutamente con taglio un po’ accademico, è una mostra museale, pulita, spiegata, però era anche un po’ l’intenzione per far capire chi è Banksy, non certo l’identità anagrafica, ma quale puà essere la sua posizione in un contesto più generale di storia dell’arte”. In tutto sono esposti circa 80 lavori tra dipinti e stampe, 60 copertine di dischi, un video documentario e una sezione multimediale.
Ma una mostra di impianto classico, non autorizzata da Banksy così come tutte le altre in precedenza, su un artista che ha fatto non solo delle sue opere, ma della sua stessa persona, del suo negarsi, un messaggio politico nel nome della fruizione pubblica e del rifiuto del classico mercato dell’arte, non è un tradimento? “Questa è una vecchia storia mi ricordo che anche su Haring si sollevavano ‘ma gli street artist esportati in un museo li imbalsamiamo, li congeliamo’” – ha risposto Mercurio – “In parte è vero, però se un artista realizza delle opere su supporti tradizionali e non solo murales, ma dipinti e sculture, questi lavori sono fatti per essere esposti nelle gallerie, nelle case e nei musei”. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 14 aprile 2019. [(askanews)]

L’Èstate di Arci Como WebTV continua domani. [Dario Onofrio, ecoinformazioni]

Per proporre i vostri contenuti:
ecoinformazionicomo@gmail.com
+39 3409867778

FAI IN MODO CHE SI POSSA PARLARE DI POLITICA E CULTURA ANCHE A FINE EMERGENZA: DONA ORA PER I CICOLI IN DIFFICOLTÀ.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: