Abbiamo la responsabilità

Il Circolo Gagarin esprimendo un punto di vista condiviso anche dall’Arci di Como chiede che la Federazione Arci intervenga dopo le inaccettabili prese di posizione di Arci lesbica. «Anche a noi capita di perdere le parole. Davanti ai fatti delle ultime settimane ci sentiamo inorriditi, disarmati, impotenti. Arrabbiati. Impauriti.Ma come persone e, insieme, come Associazione, sentiamo il bisogno e il dovere di prendere posizione. Abbiamo la responsabilità di fare rete per contrastare i fenomeni di violenza, oppressione, discriminazione. Fenomeni strutturati e radicati nella nostra società.Abbiamo la responsabilità di fare rete per alimentare la consapevolezza e l’indignazione che ci hanno travolto davanti agli omicidi di Willy Monteiro Duarte e Maria Paola Gaglione e al tentato omicidio di Ciro Migliore.

Abbiamo la responsabilità di far crescere questa consapevolezza in azione e impegno collettivi. Abbiamo la responsabilità di chiamare le cose col loro nome: misoginia e femminicidio, transfobia, razzismo, violenza di genere.Abbiamo la responsabilità di dire a gran voce che ci opponiamo con forza a tutto questo e di chiedere ad Arci nazionale e Arcigay di fare lo stesso, prendendo una posizione ferma e netta nei confronti di chi, nella nostra rete di associazioni, mantiene convintamente posizioni transfobiche e razziste. La lotta contro l’odio deve partire dai nostri circoli, dalle nostre associazioni». [Arci Gagarin, Busto Arsizio]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: