Uno studio del Lura per intervenire in modo mirato sulla sua alimentazione

«Il Consorzio Parco del Lura sta procedendo a un approfondimento sulle condizioni del torrente e del suo bacino idrografico finalizzato a individuare gli interventi più idonei per un riequilibrio tra acque superficiali e sotterranee»

«Nell’ambito del “Progetto pilota di riqualificazione sottobacino Torrente Lura: azioni per la salvaguardia delle sorgenti e recupero della continuità fluviale in corrispondenza dei nodi” – spiegano dal Parco con un comunicato –, è in corso di svolgimento un’importante attività di indagine e di studio relativo al “Progetto per il recupero delle sorgenti del torrente Lura e analisi della situazione idrogeologica dell’alveo in Comune di Lurate Caccivio”».

«I tecnici incaricati stanno procedendo a un approfondimento – prosegue la nota –, dal punto di vista idraulico e idrogeologico, delle attuali condizioni del Torrente Lura e del relativo bacino idrografico, con l’obiettivo di individuare quali interventi prevedere per raggiungere un riequilibrio tra le dinamiche delle acque superficiali e quelle sotterranee. Il tutto al fine di contrastare le criticità riscontrate in termini di mancata alimentazione e di perdita d’acqua dall’alveo nella zona di Lurate Caccivio, e di secche complete e prolungate dall’area di Bulgarograsso e verso sud».

«In particolare verranno eseguite indagini geologiche e urbanistiche – concludono da Cadorago – per verificare la situazione delle aree di sorgente e proporre, quindi, eventuali soluzioni possibili per la tutela e il miglioramento dell’alimentazione del Torrente Lura, con particolare riferimento alla situazione idrogeologica a Lurate Caccivio (dove il Lura alimenta la falda e il greto va abitualmente in secca) e allo studio sulla falda, anche con elaborazione sulla documentazione esistente, in considerazione del fatto che il Lura alimenta ed in parte è alimentato dalla falda stessa».

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: