immigrazione

«Là dove si calpesta il pane si finisce per calpestare anche gli uomini»

Sono parole pronunciate dal poeta tedesco C. J. Heinrich Heine, il letterato vissuto nella prima metà dell’Ottocento, circa un secolo prima delle Bücherverbrennungen”, i roghi dei libri organizzati nel 1933, sempre in Germania, dai nazisti al potere.

(altro…)

Vittorio Nessi/ Senza dimora

«Recenti interventi, privi di concrete e tangibili proposte e dettati da una perenne campagna elettorale che specula sui “senza dimora”, ci inducono a tornare con parole forti e chiare su un tema di grandissima attualità.

(altro…)

ecoinformazioni on air/ Multa senza dimora

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione delle 19,45 del 20 novembre di Metroregione di Radio Popolare. Oltre i limiti dell’indecenza a Como. Non solo la giunta di centrodestra di Landriscina non attua la decisione del Consiglio che chiede da più di un anno di allestire un nuovo dormitorio, ma la polizia municipale multa una persona senza dimora perché è in strada e quindi contravviene alle norme contro la pandemia. Accade a Como dove i vigili hanno comminato una multa di 400 euro a una persona senza casa che da anni ha trovato rifugio sotto i portici della città, colpevole di essere uscito senza giustificato motivo da una casa che non ha.

(altro…)

Don Roberto Malgesini con i poveri e con Francesco

Papa Francesco ha scelto, nella sua omelia del 15 novembre per la quarta Giornata per i poveri, di indicare la vita di don Roberto Malgesini come esempio di come, contro miseria e disperazione delle persone, agisce chi non è cristiano a parole ma nei fatti.

«Vorrei ringraziare tanti servi fedeli di Dio, che non fanno parlare di sé, ma vivono così, servendo. Penso, ad esempio, a don Roberto Malgesini. Questo prete non faceva teorie; semplicemente, vedeva Gesù nel povero e il senso della vita nel servire. Asciugava lacrime con mitezza, in nome di Dio che consola. L’inizio della sua giornata era la preghiera, per accogliere il dono di Dio; il centro della giornata la carità, per far fruttare l’amore ricevuto; il finale, una limpida testimonianza del Vangelo. Quest’uomo aveva compreso che doveva tendere la sua mano ai tanti poveri che quotidianamente incontrava, perché in ognuno di loro vedeva Gesù. Fratelli e sorelle, chiediamo la grazia di non essere cristiani a parole, ma nei fatti. Per portare frutto, come desidera Gesù. Così sia». [Papa Francesco]

Queste le parola di Papa Francesco, il 15 novembre al termine dell’omelia durante la Santa Messa in San Pietro, nella giorno in cui la Chiesa celebrava la quarta giornata mondiale dei poveri. Parole che hanno segnalato ancora una volta la figura di Don Roberto Malgesini e il suo impegno quotidiano verso gli ultimi. Parole che ci fanno meditare e ci invitano ad impegnarsi per essere attenti in tutte le scelte di vita, personali e sociali, verso i più fragili. Parole che ci fanno riflettere sulle situazioni che la nostra città vive quotidianamente, con tante persone che dormono per strada, con tante solitudine, con tante altre difficoltà. Tutte situazioni che Don Roberto con il suo impegno quotidiano, con la sua tenerezza nell’agire ci segnalava. Riusciremo tutti noi a eliminare queste situazioni e a costruire una  città per tutti gli uomini? [Luigi Nessi, ecoinformazioni]

Mara Cacciatori/ La frontiera Ventimiglia – Menton


Si tratta di un vero e proprio Far West, un luogo dove non sono rispettati i diritti e le persone vengono trattate come animali, stiamo parlando della frontiera franco-italiana, che separa Ventimiglia e Menton.

(altro…)

ecoinformazioni on air/ Sciacalli

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione delle 7,15 del 2 novembre di Matroregione di radio popolare. La provincia di Como ha consegnato da giorni al Comune le chiavi della caserma dismessa dei  Carabinieri di via Borgovico a Como e ha provveduto anche a attivare le utenze per permettere di accogliere al più presto almeno una parte dei senza dimora attualmente costretti a dormire in strada. Ma il Comune di Como esita, afferma di dover consultare il volontariato e non sembra intenzionato a prendersi carico del problema neppure ora che l’emergenza sanitaria è gravissima e il freddo è arrivato.

(altro…)

Una marcia immobile per i nuovi desaparecidos

Sabato 3 ottobre alle 15,30 si è svolta la trentaduesima marcia “Sono persone non numeri”, dedicata a don Roberto Malgesini, organizzata da Como senza frontiere con la partecipazione di Giovanni Motta, avvocato specializzato in diritti migranti, facente parte della Rete No Cpr e rappresentante dell’associazione AccoglierSI.

(altro…)

3 ottobre/ Sono persone non numeri/ In arrivo foto e video

In arrivo l’articolo di Dario Onofrio sulla trentaduesima Marcia per i nuovi desaparecidos organizzata da Como senza frontiere, con le foto di Mara Cacciatori e Artur Borghesani e i video di Musa Drammeh sul canale youtube di ecoinformazioni. Una manifestazione che ricorre proprio il 3 ottobre, anniversario della terribile strage di Lampedusa del 2013 [Dario Onofrio, ecoinformazioni]

ARCI COMO WebTV/ Palinsesto 3 ottobre/ La strage dei migranti

La strage continua, leggi assassine continuano a uccidere nel mare mostrum. Dagli archivi di ecoinformazioni alcune delle manifestazioni per il 3 ottobre giorno della strage di Lampedusa. Il 3 ottobre 2020 in piazza Grimoldi a Como dalle 15,30 si svolgerà la trentaduesima Marcia di Csf.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: