immigrazione

La strage di Lampedusa

Il 3 ottobre del 2013, a poche miglia dal porto dell’isola di Lampedusa, morirono 368 persone in un naufragio che è considerato una delle più gravi catastrofi marittime nel Mediterraneo dall’inizio del XXI secolo. Da allora si celebra la “Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione”. Eppure queste stragi non si sono mai arrestate: da quel 3 ottobre sono quasi 25 mila le donne, uomini e bambinз che sono statз lasciatз morire nelle acque del Mar Mediterraneo, nel tentativo di raggiungere l’Europa. Per non parlare delle persone respinte in Libia e portate nei lager, dal 2017 con l’ausilio della cosiddetta guardia costiera libica.
Per permettere l’immigrazione regolare è necessario aprire canali d’accesso legali e sicuri, consentendo alle persone che vogliono arrivare in Italia di rivolgersi allo Stato. Oggi non è possibile. La destra da sempre ha ridotto le vie d’accesso legali e sicure, alimentando concretamente l’irregolarità.
Per evitare le morti e le tragedie come quella del 3 ottobre 2013 bisogna introdurre l’ingresso per ricerca di lavoro e consentire il rilascio dei visti umanitari per i richiedenti asilo. I corridoi umanitari sono uno strumento complementare e non la soluzione unica. Basta con la campagna elettorale perenne sulla pelle delle persone. Soluzioni giuste e praticabili sono possibili.

Abbiamo scelto le parole e la voce di Alessandro Leogrande, giornalista e scrittore prematuramente scomparso nel 2017, che ha raccontato questa strage nel libro La Frontiera (Feltrinelli, 2017). Oggi il nostro pensiero, attraverso le sue parole, va a tutte le persone che hanno perso la vita nel tentativo di raggiungere l’Europa: non dimentichiamole. [Arci nazionale]

▶︎ Ascolta il podcast di Alessandro Leogrande del 3 ottobre 2017
Frontiere – Il naufragio di Lampedusa, per Rai Radio 3

Video/ La solidarietà non è reato

Il 2 agosto all’Arci Festa 2022, incontro La solidarietà non è reato con Andrea Costa, presidente di Baobab Experience, Silvia Bini, presidente Arci Pistoia, e Celeste Grossi, responsabile Arci Lombardia Pace e diritti. Si è parlato di accoglienza, di immigrazione, di stampa scorretta e di governi impegnati contro i diritti delle persone. Ma si è parlato anche dei successi dell’azione dei tanti attivisti impegnati per i diritti delle persone migranti.

(altro…)

In piazza il 23 luglio per i Diritti e la Pace

Doppio appuntamento di mobilitazione, nella mattinata di sabato 23 luglio, a Como in piazza Vittoria, che ormai da molto tempo in occasioni come questa si è deciso di ribattezzare piazza della Pace: per l’adesione alla manifestazione nazionale sulla Pace (“Europe for Peace”) dalle 10 alle 11, e per la Marcia dei nuovi desaparecidos di Como senza frontiere dalle 11 alle 12.

(altro…)

Mia 2022/ Mimmo Lucano: sindaco, attivista, criminale, martire

Per chiudere il primo giorno, il Meeting internazionale antirazzista a Cecina incontra Mimmo Lucano. Tutti e tutte attendiamo, in un ambiente davvero gremito, le sue parole con massima concentrazione. Se c’è una persona che più di tutte le altre spicca – per intenti, parole, vicende, esempi – nell’ambito della cooperazione internazionale, l’accoglienza e l’antirazzismo, è lui.

(altro…)

L’Eid di Como/Ancora senza diritti

Il 9 luglio si è svolta al parco Negretti la festa del Sacrificio. Un’occasione che manifesta l’importanza di tante persone, tanti colori, una comunità viva e presente nella nostra città. Vivono, lavorano, rispettano tutte e tutti e chiedono diritti e, oltre agli spazi per la preghiera, spazi per incontrarsi, hanno una richiesta importante: un luogo per poter seppellire e onorare i loro cari morti. Una questione da affrontare. La responsabile dell’Aci ci ha inviato questo testo che volentieri pubblichiamo. [Luigi Nessi, ecoinformazioni] [Foto Luigi Nessi, ecoinformazioni]

(altro…)

19 maggio/ Lurate Caccivio/ Ucraina e le altre guerre

InTerrAgire, Osservatorio giuridico per i diritti dei migranti, Fondazione Migrantes, Comunità psatorale Santi amborgio e Carlo,  con il patrocinio del Comune di Lurate Caccivio. invita giovedì 19 maggio allo Spazio Volta 3, via Volta 3 a Lurate Caccivio (Co) a Ucraina e le altre guerre Dalla crisi umanitaria all’accoglienza Indicazioni pratiche per chi vuole conoscere e aiutare.

(altro…)

Diritti/ Assoluzione per Baobab Experience

Salutiamo con sincera gioia l’assoluzione di Andrea Costa, presidente di Baobab Experience onlus di Roma, e delle altre due persone coinvolte nel processo per “favoreggiamento dell’emigrazione clandestina”, perché Andrea è un amico, non solo nostro ma di tutte le persone che hanno difficoltà a far valere i propri diritti, e anche perché l’accusa era una pura provocazione, foriera solo di altri, inquietanti attacchi a chi agisce concretamente per la giustizia e per i valori umani.

(altro…)

Ramadan e diritti

La fine del Ramadan, una festa con tante persone, tanti colori degli abiti femminili, tanti bambini e bambine; una festa di popolo; dopo la preghiera finale, inginocchiati, senza scarpe, i baci e gli abbracci; una festa che fa riflettere sulla popolazione della nostra città.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: