Politica

ecoinformazioni on air/ Tra Minghetti e Bartolich

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione delle 7,15 di lunedì 29 novembre di metroregione di Radio popolare. A Como, una città con tutte destre nella maggioranza del sindaco Landriscina e anche in parte dell’opposizione, sembrano finalmente uscite dal surplace le manovre per costruire un’alleanza di centrosinistra. Ad accelerare il processo in una compagine i cui confini sono ancora indeterminati ci ha pensato la rissa continua tra le destre e il sostanziale siluramento del sindaco uscente, difeso solo dalla Lega.

(altro…)

A dimensione umana

Tante persone, in presenza a Asylum e alla diretta web dell’incontro di Como Comune (Articolo Uno, Psi, Sinistra italiana, Socialisti in movimento e donne e uomini senza tessera di partito che si riconoscono in un orizzonte ecosocialista) la sera del 26 novembre. Si è parlato di persone, di diritti, di inequità, di casa, di aree da restituire alla città, di orizzonti e di proposte. Tante e tanti hanno discusso il tema A dimensione umana: Emanuele Manzoni, don Giusto Della Valle, Giuseppe Cosenza, Celeste Grossi, Bruno Borghesani, Gianluigi Fammartino, Andrea Rinaldo, coordinati da Aurora Longo, Stefano Rognoni e Stefano Vaccaro. Finalmente un approfondimento su scenari e possibilità, bisogni, priorità.

(altro…)

26 novembre/A dimensione umana

Venerdì 26 novembre, dalle 20,30 presso l’Associazione Asylum in via Colonna 7 a Como Camerlata, Como Comune terrà l’incontro pubblico A dimensione umana, riflessioni e proposte per Como. L’iniziativa sarà anche trasmessa in diretta sulla pagina fb di Como Comune.

(altro…)

20 novembre/ Bicchierata di Rifondazione

La Federazione provinciale del Partito della Rifondazione Comunista di Como invita tutte le compagne e i compagni iscritte/i, le/i simpatizzanti e chi con noi collabora o ha collaborato, ad una merenda-apericena di autofinanziamento e autoprodotto. Un momento di socialità dal vivo, in pieno rispetto delle norme anticovid, con mercatino del libro usato di qualità! L’apericena si terrà sabato 20 novembre dalle 17 alle 22, presso la Circoscrizione 6 in via Grandi 21 a Como. Posti limitati per evitare assembramenti, scrivici per confermare la tua presenza! Obbligo di ingresso con greenpass. qui evento Facebook

Braga/ Reagire all’evoluzione dell”ndrangheta

«Quello che sta emergendo dall’indagine portata a termine il 16 novembre dalle procure antimafia di Reggio Calabria, Milano e Firenze, dalle forze dell’ordine e dalla Dia, che ringrazio per il grande lavoro svolto, mostra la capillarità, la tentacolarità ma anche la capacità di evoluzione di cui è capace oggi la criminalità organizzata, non a caso definita ‘società per affari ‘ndrangheta 2.0’». Lo fa sapere la deputata comasca del Partito democratico, Chiara Braga a seguito del blitz anti-‘ndrangheta che il 16 novembre ha condotto a 54 fermi per ‘ndrangheta in Lombardia, in particolare tra Como e Varese, collegati a ulteriori 50 arresti in Calabria e Toscana.

(altro…)

Como Comune/ No ai balocchi pericolosi

Como comune, la convergenza delle sinistra, è contro la concessione per la Citta dei balocchi e scrive al sindaco Landriscina, primo responsabile sella salute dei cittadini e delle cittadine, sottolineando i rischi connessi all’iniziativa in grado di assembrare migliaia di persone nel centro di Como sottratto alla città.

(altro…)

Con i soldi pubblici contro la salute

Civitas e Rifondazione comunista contestano l’imbarazzante presentazione a Como al Gallio del libro dell’ex presidente della Regione Lombardia, autore di quella riforma sanitaria che ha ucciso e uccide. Il fatto che questa singolare iniziativa nella quale il protagonista è un condannato per crimini contro il bene comune si svolga in una scuola che anche se privata gode di finanziamenti pubblici è un affronto alle persone che dalle leggi del centrodestra sono state uccise anche nell’ultimo tragico periodo della pandemia. Nel seguito i testi dei comunicati stampa delle due forze politiche. [La foto di copertina è di Gin Angri]

«Siamo certi di interpretare i sentimenti di gran parte dei cittadini comaschi esprimendo, increduli, la nostra riprovazione nei riguardi dell’iniziativa pubblica che propone la presenza in città dell’ex-presidente di Regione Lombardia Roberto Formigoni.

L’iniziativa ci rende chiaro che qualcuno non ha ancora metabolizzato la condanna che, nel 2019, pose fine alla carriera politica di quest’uomo. Con tantissimi cittadini consideriamo questa uscita pubblica una paradossale affermazione di protervia, quella che si può concedere solo un uomo ancora potente mentre sta ancora scontando, ai domiciliari, la condanna a 5 anni e 10 mesi per corruzione rimediata nell’ambito della vicenda sulle tangenti intorno alla clinica Maugeri.

Ragioni di mera opportunità sarebbero state sufficienti a evitare questo imbarazzante evento, che non immaginiamo come l’occasione di un ravvedimento pubblico. L’occasione è, infatti, la presentazione del libro “Una storia popolare” il cui titolo non annuncia un radicale cambiamento di rotta ma pare, piuttosto, rivendicare orgogliosamente il passato. Di quel passato non vogliamo che si dimentichino le scelte di politica sanitaria, tutte orientate alla privatizzazione e all’impoverimento dei presidi territoriali della sanità  pubblica, delle quali Formigoni si è reso protagonista da Presidente di Regione Lombardia». [Civitas]

«Martedì 16 novembre a Como, presso il Collegio Gallio, si consumerà l’ennesima vergogna cittadina. Sarà infatti presente l’ex presidente di Regione Lombardia Roberto Formigoni, attualmente agli arresti domiciliari per il crac delle Fondazioni Maugeri e San Raffaele, per la presentazione del suo ultimo libro.È scandaloso che il Collegio Gallio che, come tutte le scuole private usufruisce di contributi pubblici contrariamente a quanto stabilito dalla nostra Costituzione, ospiti un personaggio come Formigoni condannato per corruzione, avendo favorito i due enti con montagne di soldi pubblici attraverso apposite delibere di giunta.Un Formigoni che, anche al netto delle sue vicende giudiziarie, è stato colui che ha iniziato la distruzione della sanità pubblica in Lombardia, con gli effetti devastanti che abbiamo visto durante la pandemia e che stiamo subendo ancora oggi.La nostra città, già funestata da enormi problemi che questa giunta incapace non è in grado di risolvere, non merita questo ulteriore smacco». [Pierluigi Tavecchio, segretario provinciale Prc/Se Como, Fabrizio Baggi, segretario regionale Prc/Se Lombardia]

Orsenigo (Pd)/ Riforma della sanità inadeguata

Riforma della sanità, Orsenigo (Pd): «Una riforma fabbricata a tavolino che non risolve i problemi comaschi: posti letto, ex Sant’Anna, medicina del territorio, pronto soccorso strapieni. Ecco le proposte per Como».

(altro…)

Il centro migranti di Prestino per l’emergenza freddo

Il centro migranti di Prestino chiuso. Un’ottima location per l’emergenza freddo. Le temperature sono prossime a scendere sotto lo zero. Da oggi, ogni giorno può capitare di leggere sul giornale che qualche senza tetto è morto per il freddo. Vedere una così bella, e funzionante struttura abbandonata, e chiusa, fa riflettere. Basta l’incursione di qualche balordo, e la struttura rischia di essere danneggiata. Là dove presenza e manutenzione, sono fattori importanti, per garantire la sua efficienza in qualsiasi momento. Indipendente dalla sua proprietà, e dai danni già presenti, quando è stata lucchettata, in quanto sono visibili dall’esterno delle  tapparelle storte, e ciò significa che c’è qualche tirante rotto. Oltre all’area, che è stata abbandonata senza essere ripulita. Per noi andava lasciata, dopo aver effettuato le manutenzioni ordinarie

(altro…)

L‘Italia fuori dall‘Italia


Nel 2020 hanno lasciato l‘Italia 166 mila persone per trasferirsi all‘estero. Un trend a senso unico che da oltre quindici
anni non si arresta. Nella sola Provincia di Como sono quasi 55 mila cittadini i cittadini Aire (Anagrafe Italiani Residenti all‘Estero).

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: