ecoinformazioni

ecoinformazioni on air/ Sanatoria bluff

Il servzio di Gianpaolo Rosso nell’edizione del 12 aprile alle 7,15 di Metroregione di Radio Popolare. Sono 1800 le domande di regolarizzazione che a Como non sono state ancora esaminate. Si tratta di persone che avrebbero diritto in base alla cosiddetta mini sanatoria adottata in piena pandemia per dare braccia all’agricoltura e ad altri settori. Allora le organizzazioni per i diritti dei migranti appoggiarono il provvedimento segnalandone però la parzialità e i limiti. Nei fatti si è rivelata anche un bluff e la gran parte dei beneficiari non è stato neppure convocato per rendere possibile l’emersione da condizioni drammatiche di irregolarità frutto delle inadempienze delle istituzioni. Lo ha segnalato al prefetto Como senza frontiere, la rete di una quarantina di associazioni, sindacati, forze politiche che denuncia inoltre che ai migranti e alle persone senza dimora si nega l’accesso alla vaccinazione anticovid pensando forse che considerandoli inesistenti si rendano immuni. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

Diretta/ Società della cura/ Le piazze per il Recovery planet

Non ci serve un Recovery plan centrato sui profitti dei soliti noti. Per questo la Società della Cura, convergenza cui aderiscono – ad oggi – oltre 1800 aderenti collettivi e individuali in tutta Italia*, presenta il suo “Recovery PlanET”: il piano per una ripresa centrata sull’uguaglianza di genere, i diritti delle persone e dell’ambiente in oltre 20 piazze di tutta Italia.È in arrivo un bastimento carico di miliardi.

(altro…)

Migranti e diritto alla salute

«Il 7 aprile è stata la Giornata mondiale per il diritto alla salute, il 10 è la Giornata contro la mercificazione della salute. Lo scopo di queste “ricorrenze” è richiamare i cittadini, le istituzioni e le forze politiche e sociali a non dimenticare questo diritto a favore di tutti gli individui del pianeta.

(altro…)

Lavoro “migrante”/ 1800 domande senza risposta

La rete Como senza frontiere – insieme a Cgil-Cisl-Uil, Osservatorio giuridico per i diritti dei migranti, Campagna Ero straniero – ha inviato al Prefetto di Como una lettera per avere spiegazioni sullo stato di gravissima inadempienza da parte delle Istituzioni in rapporto alle procedure di emersione e regolarizzazione del lavoro prestato da persone migranti (la cosidetta “Sanatoria” del maggio 2020 – e per sollecitare contestualmente il riconoscimento dei diritti di tutte le persone presenti sul territorio, riconoscimento ancora più urgente in un periodo come questo segnato dal crescente disagio sociale e dalle incombenti difficoltà economiche.

(altro…)

10 aprile/ Per la cura contro i brevetti

«In occasione della Giornata contro la mercificazione della salute il Coordinamento lombardo per il diritto alla salute ha indetto una mobilitazione in varie piazze della Lombardia, con adesioni anche da altre parti d’Italia.
Anche a Como il Coordinamento comasco per il diritto alla salute, emanazione territoriale del Coordinamento regionale, ha indetto un presidio che si terrà sabato 10 aprile 2021 alle ore 10:00 a Como in Via Vittorio Emanuele II davanti all’ingresso laterale del Comune.

(altro…)

Diretta/ O i brevetti o la vita

In occasione della giornata mondiale della salute, Mercoledì 7 Aprile, il gruppo italiano “diritto alla cura” organizza un momento di riflessione, ma anche un appello collettivo, per invitare quante più persone possibile a firmare e far firmare l’Iniziativa dei Cittadini Europei noprofitonpandemic.eu/it, per chiedere alla Commissione europea di garantire che i brevetti non ostacolino l’accessibilità ai vaccini.

(altro…)

7 aprile/ La Lombardia contro i superstiti

La comunicazione che riportiamo integralmente viene dalla Asst Lariana non ha bisogno di essere commentata. Aggiungiamo solo che appare oltre i limiti dell’indecenza la scelta di cominciare il 7 aprile, Giornata mondiale per il diritto alla salute, una nuova vessazione degli anziani superstiti, costretti dalla criminale incapacità politica e organizativa delle destra al governo a presentarsi senza appuntamento, alla disperata, votati a attese ingiustificabili e a difficoltà prevedibilissime che potrebbero avere conseguenze drammatiche per la loro vita. Senza vergogna si chiede alle vittime del disservizio «la massima collaborazione» invece di offrire loro almeno un briciolo di umanità.

(altro…)

Giornata mondiale per il diritto alla salute

Il Comitato Cittadella della salute di Como ricorda che il 7 aprile è  la giornata mondiale per il diritto alla salute. Indetta ogni anno dall’OMS, ha lo scopo di richiamare i cittadini, le istituzioni, le forze politiche e sociali a non dimenticare questo diritto a favore di tutti gli individui del pianeta. A livello europeo, è stata  indicata come la Giornata europea di azione contro la commercializzazione della salute. La nostra rete ha spesso denunciato che non tutte le persone possono o riescono a curarsi quando ne hanno bisogno  a causa dei molti tagli alla sanità e di un’espansione senza precedenti dell’offerta privata di servizi o di coperture sanitarie assicurative private o mutualistiche, soprattutto in Lombardia. La pandemia ha reso ancora più evidenti i disservizi determinati dalle varie Riforme Sanitarie lombarde. Nel nostro territorio queste inefficienze sono state ancora più palesi.

(altro…)

Diretta/ Alla ricerca della Pace giusta

Dialogo con Luisa Morgantini (Presidente Assopace Palestina, già vice-Presidente del Parlamento Europeo) nell’ambito del ciclo di incontri “Alla ricerca della Pace Giusta”.Palestina – Israele: incontri per conoscere la storia di un conflitto.Ogni Martedì, dalle 13:30 alle 14:00 del 6 aprile 2021, a partire dal 6 Aprile.La Rete italiana Pace e Disarmo incontra giornalisti, attivisti, esperti che ci possono aiutare a capire meglio la realtà dei fatti e come percorrere la strada della pace giusta e della convivenza tra palestinesi ed israeliani. A partire dai contenuti della Dichiarazione finale dell’evento collettivo di novembre 2020: “Riconoscere lo Stato di Palestina, pace giusta tra Israele e Palestina”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: