Antifascismo

Voci di Memoria (anche) comasca

Nel pomeriggio di sabato 28 gennaio si è svolto nella biblioteca di Como l’incontro Voci e storie, pomeriggio inserito nella serie di iniziative per la Giornata della Memoria organizzate tra il 24 gennaio ed il 5 gennaio nel comasco. Sono intervenuti, per una lettura teatrale a tema, Gabriele Penner ed Arianna Di Nuzzo del Teatro d’acqua dolce, mentre Elisabetta Lombi, Rosaria Marchesi, Valter Merazzi e Francesco Scomazzon hanno fornito un contributo storico sull’intreccio di vissuti e tragedie che la Shoah ha avviluppato anche nell’area di Como.

(altro…)

Video/ Anteprima/ Voci e storie

[Playlist di tutti gli interventi di Michela Borghi, ecoinformazioni]

Sabato 28 gennaio 2023 a Como nella Biblioteca Comunale “P. Borsellino” nel pomeriggio si è svolta l’iniziativa dell’Anpi (insieme a associazioni, sindacati, partiti) Voci e storie introdotta e cooridnata da Fabio Cani che si è aperta con la Lettura teatrale di Gabriele Penner e Arianna Di Nuzzo del Teatro d’acqua dolce. Sono seguiti con interventi di approfondimento sulle deportazioni nel territorio comasco: Elisabetta Lombi (la memoria della shoah nel territorio); Rosaria Marchesi (salvataggi e fughe di ebrei nel territorio comasco); Valter Merazzi (deportazioni, lavoro coatto e universo concentrazionario); Francesco Scomazzon (il confine come luogo della salvezza e della tragedia). Presto on line l’articolo e le foto di Pietro Caresana. Già disponibili i video di Michela Borghi, ecoinformazioni di tutti gli interventi.

(altro…)

24 gen-5 feb/ Giornata della memoria: voci e storie

In occasione della Giornata della memoria, venerdì 27 gennaio, una rete di associazioni, sindacati e partiti, in collaborazione con vari comuni del territorio di Como, organizza una sere di iniziative. Di seguito il programma completo.

(altro…)

28 gennaio/ Anna, diario figlio della Shoah

Per il quarto anno consecutivo, la cooperativa sociale Colisseum di Cantù rinnova il suo impegno nel celebrare la Giornata della Memoria attraverso l’arte e il progetto ideato dal vice presidente Franco Campanella “Arbeit macht frei – Per non dimenticare”, mantenendo il proprio impegno divulgativo nei confronti della comunità e dei valori di integrazione, inclusività e consapevolezza sociale, che la contraddistinguono sin dalla fondazione. Torna in scena lo spettacolo di danza e prosa “Anna, diario figlio della Shoah” ideato dal regista e coreografo Tony Lofaro.

(altro…)

Memoria 3/ Due partigiani fucilati in città

Nella giornata di sabato 21 gennaio, in maniera straordinaria dedicata alla memoria antifascista della città e del territorio, non poteva mancare un ricordo di Luigi Ballerini ed Enrico Cantaluppi, fucilati (ma si dovrebbe dire “assassinati”) poco lontano dal centro cittadino il 24 gennaio 1945, una delle ultime e più brutali manifestazioni di violenza del fascismo locale, che sarebbe stato di lì a qualche mese sconfitto.

(altro…)

Memoria 2/ Renzo Pigni sindaco socialista

A distanza di 4 anni dalla sua morte, avvenuta il 24 gennaio 2019, Renzo Pigni, indimenticato esponente della politica comasca, militante socialista, parlamentare e sindaco della città di Como, è stato ricordato dalla sezione di Como dell’Anpi, davanti alla sua tomba, al Cimitero monumentale di Como.

(altro…)

In ricordo di Pinellli, tra memoria e lotte contemporanee

Il 15 dicembre, nell’anniversario dell’uccisione dell’anarchico Giuseppe Pinelli, allo Spazio pubblico autogestito Leoncavallo un evento in ricordo di quella data e quanto accaduto dopo piazza Fontana. Sono intervenuti Mauro Decortes, del circolo anarchico Ponte della Ghisolfa, e Dario Salvetti del collettivo di Fabbrica Gkn per ribadire il legame tra le lotte del passato e quelle del presente, tra memoria e impegno continuo per la giustizia sociale e climatica.

(altro…)

Milano ricorda piazza Fontana

Come ogni anno, nella serata del 12 dicembre Milano ha rallentato il proprio ingranaggio di consumi natalizi per commemorare la strage di piazza Fontana. Un episodio drammatico della storia italiana che ancora però divide lo Stato dai movimenti di sinistra, che hanno disertato la commemorazione delle 18 per muoversi in corteo da Palestro alla Banca nazionale dell’agricoltura.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: