GEOGRAFIE

Diretta/ Auser/ Lo spiegone / Medio Oriente

La regione mediorientale che corre da Rabat fino a Islamabad sta attraversando un profondo momento di mutamento nei suoi assi geopolitici. La lenta perdita della status di regione centro del mondo agli occhi di Russia Cina e Stati Uniti mette in grande difficoltà tutti i Paesi dell’area. La storica tensione tra Paesi arabi e Israele e tra Iran e mondo arabo è sempre più vista come un intralcio dalle grandi potenze che invece negli ultimi 50 anni si erano scontrate per il controllo degli idrocarburi e delle risorse energetiche. In tutto questo, un profondo senso di rivoluzione si allarga nelle popolazioni. Le cosiddette primavere arabe, nonostante il loro evidente fallimento, sono state il sintomo di un qualcosa che si muove nelle comunità nazionali mediorientali: l’idea di cittadinanza si sta facendo spazio all’interno delle dinamiche identitarie e settarie? Analizziamo questi cambiamenti di paradigma e vediamo come questo inficia nelle tradizionali linee di faglia tra gli Stati mediorientali.

(altro…)

Personali geografie/ Poços de Caldas, Brasile

Lucas de Assis Ferreira, ragazzo brasiliano racconta la sua terra. «Quando mi chiedono di parlare del mio paese – dice – la prima cosa che mi viene in mente sono le storie di nonna Maria che per mandarmi a letto presto mi raccontava della Cuca, minacciosa e soprannaturale vecchia strega che attacca e turba il sonno dei bambini irrequieti o disubbidienti. I racconti di nonna sono così rilevanti perché venivano approfonditi anche nelle ore di letteratura a scuola, erano momenti di pura emozione per me e sono il miglior souvenir che ho della mia infanzia».

(altro…)

Migranti non fantasmi

Lasciare la propria casa non è mai facile. Dietro allo spostamento di milioni di persone ci sono motivi che ignoriamo. O che non riusciamo ancora a capire. La povertà in Nigeria, il terrorismo in Mali, le guerre che lacerano il paese nel Sudan. E ancora, i “migranti invisibili” che arrivano dalla Tunisia e la repressione in Afghanistan. A questi vanno aggiunti milioni di apolidi, cioè persone cui sono stati negati nazionalità e accesso a diritti fondamentali, come istruzione, salute, lavoro, libertà di movimento. In questi casi una canzone riesce a trasmettere più di quanto possa fare un articolo di giornale o un servizio in televisione.

(altro…)

Diretta/ Auser/ Lo spiegone / Russia

Seconda tappa di “Una finestra sul mondo” l’iniziativa di Auser Cultura che prevede sei incontri online sui temi della geopolitica e delle politiche internazionali. Oggi Camilla lombardi e Maria Chiara Franceschelli ci portano in Russia. La panoramica si concentrerà su alcuni temi ed eventi: lo scontro fra il Cremlino e l’opposizione, le mobilitazioni di queste ultime settimane, i protagonisti delle mobilitazioni, l’amplificazione mediatica versus il reale impatto politico-istituzionale delle mobilitazioni e la figura di Aleksei Naval’ny.

(altro…)

Geografie poetiche/ Mahmud Darwish e la Palestina

La poesia intrattiene con la situazione geografica, politica, storica un rapporto profondamente complesso, che non è facile riassumere in termini di coincidenza o estraneità. Quando capita che una voce poetica sembri incarnare la vicenda di un popolo o di una terra, conviene fermarsi e riflettere. È il caso di Mahmud Darwish, uno dei poeti più importanti della contemporaneità, che con la sua «terra più amata», la Palestina, ha costruito una vita intera di relazioni.

(altro…)

Senegal/ Con Sonko contro il colonialismo

Il fermento anticoloniale in Senegal è stato descritto nei media senegalesi anche dalla narrazione di Mambaye Diop, un collaboratore de I bambini di Ornella a Kelle. Severino Proserpio, Abbondino d’oro a Como e infaticabile animatore delle iniziative in Senegal dei Bambini di Ornella, ne sottolinea l’importanza e la veridicità. Riprendiamo il commento da Africa scossa da fremiti della piattaforma Speaker del 10 marzo 2021.

(altro…)

Diretta/ Auser/ Lo spiegone/America Latina

Iniziamo oggi il nostro progetto formativo “Una finestra sul mondo” in collaborazione con Lo Spiegone ci porterà a conoscere meglio varie aree del mondo. Oggi con Francesco Betrò direttore editoriale de Lo Spiegone parliamo di America Latina. Per maggiori informazioni: https://www.auser.it/…/auser-cultura-presenta-una…/

Geografie musicali/ Red Baraat/ Un crocevia sonoro esplosivo

Se nel primo articolo di Geografie musicali siamo andati a cercare qualcosa di completamente specifico e inusuale, anche collocato in un preciso territorio, stavolta andiamo a puntare il dito oltreoceano, ma in un posto che non immagineremmo: Brooklyn, incrocio di musicisti, di popoli e di culture.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: