Senza Categoria

Cristian Pardossi / 100 volte P.C.I. / 14

I primi anni ’70 fanno registrare una generale avanzata dei consensi a favore del PCI. Il risultato più significativo arriva in occasione delle elezioni amministrative del 1975: nel giugno di quell’anno vengono chiamati alle urne le cittadine ed i cittadini di più di 6000 comuni e di quasi tutti i capoluoghi di provincia; si tratta dunque di un appuntamento importante non solo per il futuro dei governi locali, ma anche per le indicazioni politiche che quelle elezioni potranno dare a livello nazionale.

(altro…)

Baggi: Pd ipocrita

Il segretario regionale lombardo del Prc Fabrizio Baggi contesta le dichiarazioni del segretario cittadino del Pd che ha censurato duramente l’azione della Lega contro Como accoglie: «Il Pd di Como che oggi,  a mezzo stampa, si schiera contro la Lega dalla parte di Como Accoglie si ricorda come ha trattato i migranti accampati alla stazione SanGiovanni quando la città era in emergenza umanitaria e loro governavano? Se Legnani non se lo ricorda ci penso io a rinfrescargli la memoria, ci hanno detto, dagli alti piani istituzionali, che le persone in stazione “non dovevano stare bene oppure non se ne sarebbero mai andate” – ho sentito con le mie orecchie questa frase pronunciata da chi stava nello stesso Partito di Minniti che ha inventato la criminalizzazione della solidarietà. Non facciano ora i “santi” sono della stessa pasta. Sono il governo degli identici. Vergogna!» [Fabrizio Baggi, segretario Prc Lombardia]

Terremoto magnitudo 3,9

Si è chiaramente avvertito nel Comasco alle 16,59 un terremoto di magnitudo 3,9 con ipocentro a 56 km di profondità a 36 km da Como a 4 km a SE di Pero (Mi). Non sono stati segnalati fino a ora danni significativi, neppure nella zona dell’epicentro, determinati dalla scossa le cui caratteristiche sono state documentate dell’Istituto nazionale di geofisica e vulaconologia.

Stagioni/ Cercasi Comune disperatamente

Trump sembrò averlo capito quando, alla fine dell’estate, dichiarò (con sussiego) che «al periodo caldo ne sarebbe seguito uno più freddo» che avrebbe spento gli incendi. Ma a Como la stupefacente (per la giunta) sequenzialità delle stagioni è un’emergenza imprevista che coglie impreparata l’amministrazione, incapace di fornire riparo a chi è costretto, dall’irresponsabile inadempienza delle destre al governo a Como, a dormire in strada (omettendo persino di partecipare alle operazioni per lo sgombero dell’ex scalo merci), ma anche di assicurare un minimo di capacità d’intervento anche per una semplice nevicata ampiamente prevista. Anche perché – diamo noi la notizia sconvolgente – sulla Terra nel nostro emisfero in questo periodo fa freddo. La lettera aperta al Comune di Gianluca Giovinazzo, avvocato e cittadino che non si rassegna a sopportare tanta inefficienza e i disastri ad essa connessi.

(altro…)

Arte non convenzionale in mostra

L’associazione Alfonso Lissi ha accolto, nella sede di via Ennodio a Como, l’esposizione Lis-piazza – Mostra, installazioni e performance di arte non convenzionale. Un’occasione per incontrarsi e scambiarsi la propria idea sul tema della piazza. Guarda l’album della foto della mostra di Mara Cacciatori.

(altro…)

Video/ Como per il No al taglio della democrazia

Anche a Como l’impegno per al difesa della Costituzione nata dalla Resistenza si concretizza con il lavoro comune di soggetti collettivi e persone impegnati per il No al Referendum costituzionale del 20 e 21 settembre. Il Comitato Como per il No al taglio della democrazia nato per iniziativa di Arci, Partito della Rifondazione comunista e Sinistra italiana che ha già raccolto l’adesione di Matteo Mandressi (segreteria Camera del lavoro Cgil Como), Luigi Nessi (La prossima Como), Sergio Simone (Socialisti in Movimento), è stato presentato alla stampa il 2 settembre al Monumento alla Resistenza europea con la partecipazione, in collegamento web, di Alfonso Gianni del Comitato nazionale per il No al referendum. Molti gli interventi che a nome delle diverse organizzazioni o a titolo personale hanno esposto le ragioni del no: Jlenia Luraschi. Pierluigi Tavecchio, Eugenio Secchi, Matteo Mandressi, Massimo Patrignani, Antonio Proietto, Maurizio Casonato.

(altro…)

Il Comune contro se stesso

Il Comune di Como amplifica la protesta contro le sue inadempienze e con la trovata della risibile e illegittima multa per calpestamento di aiuola dà sostegno all’iniziativa di Cominciamo da Como richiamando una cinquantina di persone avanti l’ex chiesa di San Francesco alle 8,30 del 18 luglio per dire che la solidarietà non si multa, non si arresta.

(altro…)

18 luglio/ Presidio per i diritti dei senza fissa dimora

«In questi giorni si sono ripetute le iniziativa a sostegno dei diritti delle persone senza fissa dimora, costrette nella nostra città a pernottare in situazioni disagevoli, come il portico dell’ex chiesa di San Francesco o quello del santuario del Crocifisso, quando non addirittura pericolose.A queste iniziative il Comune di Como non ha saputo rispondere se non con dilatorie promesse o, peggio, con puerili provocazioni, come l’elevazione di contravvenzioni per aver calpestato il manto erboso della cosiddetta aiuola di fronte all’ex San Francesco.

(altro…)

Cigl, Cisl e Uil/ Subito un nuovo dirigente per i servizi sociali del Comune di Como

Che dal primo luglio l’attuale dirigente dei servizi sociali comaschi lasci la propria scrivania veleggiando verso altri compiti sembra ragionevolmente nell’ordine delle cose; il fatto che il suo posto non sia stato debitamente sostituito con una nuova figura, un po’ meno; il momento storico, la pressione burocratica e l’afflusso di richieste di servizi – situazione insieme critica e delicata – rendono la mancata (per ora) designazione di una persona esperta che prenda le redini del settore necessaria e tempestiva, come denunciano i sindacati uniti.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: