Economia

20-29 novembre/ Fa’ la cosa giusta on line

«Fa’ la cosa giusta»: un imperativo esortativo che – invece di risultare privo di energie – risuona rinvigorito per tutto l’anno ancora in corso, attraversandolo e rifrangendosi in multiformi riflessi. «Fa’ la cosa giusta»: lo chiedono le risorse territoriali, i mari, i sentieri di montagna, la ricerca tecnologica, le prospettive sul futuro, le voci di qualsiasi età. «Fa’ la cosa giusta» è insieme buon proposito, obiettivo, necessità contingente, obbligo morale e questione esistenziale, declinata in diversi incontri per (ri)trovarsi e condividere energie e prospettive future. L’annuale Fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili (organizzata da Terre di mezzo edizioni) cambia pelle per fronteggiare la pandemia in corso e si sposta online dal 20 al 29 novembre, garantendo il rispetto delle norme di tutela sanitaria in atto senza però rinunciare ad una socialità costruttiva.

(altro…)

Video/ Arci: Se l’economia rinascesse green

Alfonso Gianni è stato ospite della conferenza con dibattito tenutasi sul web lo scorso venerdì 16 ottobre. L’incontro, organizzato dall’Arci di Como sulla piattaforma Gotomeeting e trasmesso in diretta su facebook, ha permesso di riflettere sul rapporto tra una economia che deve necessariamente cambiare e un ambiente che non può più aspettare fantasiose riforme che contribuiscono ben poco a migliorare la situazione. Un momento di confronto che fa parte del progetto Como futuribile (Arci Como, Auser volontariato, L’isola che c’è e Legambiente, finanziato dalla Regione Lombardia e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali).

(altro…)

16 ottobre/ Alfonso Gianni per l’Arci con Como futuribile

Continua il percorso formativo dell’Arci Como all’interno del progetto Como futuribile, questa volta con l’incontro Se l’economia rinascesse green, che si svolgerà sulla piattaforma Gotomeeting alle 17 di venerdì 16 ottobre. Si parlerà di ambiente ed economia con Alfonso Gianni, economista, politico e saggista. Modera Massimo Patrignani di Como futuribile, interviene Sara Sostini dell’Arci di Como. Sarà possibile partecipare attivamente al dibattito on line.

(altro…)

News km zero/ giornalismo partecipato a Non è L’isola

Quest’anno non è stato a possibile per la pandemia fare la tradizionale Fiera delle relazioni e delle economie solidali che si svolgeva a Villa Guardia. L’isola che c’è anima con Como Futuribile, il progetto finanziato dalla Regione Lombardia di Arci Como, Auser Como, Legambiente Como e L’isola che c’è, Non è L’isola il 18 e 19 settembre nel quartiere di Rebbio a Como. Tutte le informazioni sull’iniziativa e video, foto e articoli messi on line in diretta sono disponibili sul sito di ecoinformazioni NKM0. Vi aspettiamo.

Civitas/ Il Comune rinunci a Villa Erba

L’associazione cittadina Civitas, da sempre attiva per favorire una maggiore trasparenza nei rapporti tra pubblico e privati, ha presentato in consiglio comunale un documento che analizza il bilancio di Villa Erba, in cui si evidenza come sia opportuno che il Comune di Como faccia un passo indietro rinunciando alla propria partecipazione nella società che gestisce la villa.

(altro…)

Luca Michelini/ Economia di guerra e covid-19

Luca Michelini, professore di Storia del pensiero economico all’Università di Pisa, ha regalato ai lettori di ecoinformazioni molti articoli e lucide analisi della situazione politica locale e nazionale. Proponiamo dalla stampa nazionale alcuni sui recenti scritti su economia e covid-19 auspicando che generino, anche tra i nostri lettori, interventi, approfondimenti, fertile conflitto culturale. le nostre pagine esistono anche per questo.

(altro…)

30 marzo/ Arciwebtv/ Fabio Cani: Storia economica di Olgiate Comasco

Dalle 13/ Dagli archivi di ecoinformazioni, il primo dei tre incontri con Fabio Cani presso l’Istituto Terragni di Olgiate Comasco nell’ambito del progetto Generazioni@ComUnità, sviluppato durante il 2019 da Anteas, Auser, Ancescao, Arci e Ada di Como. La ricostruzione di quel territorio in relazione ai suoi aspetti sociali ed economici, per questo primo video in particolare il passaggio dalla manifattura all’industria.

Gli altri programmi del 30 marzo

Tutta la programmazione di Como Arci webtv

29 marzo/ Arciwebtv/ Rifare l’Unione europea

Dalle 13/ dall’archivio ecoinformazioni, tre anni fa il Regno Unito dava il via alla Brexit. Riproponiamo quindi il convegno Rifare l’Unione europea, tenutosi a Milano lo scorso anno, per ricordarci di uscire dalla retorica europeista senza per questo avere alcuna simpatia per la barbarie sovranista.

Gli altri programmi del 29 marzo.

Tutta la programmazione di Como Arci webtv

Appello per una svolta nella politica economica europea

La crisi provocata dal Covid 19 pone l’Europa di fronte ad un bivio. L’Europa può uscirne rafforzata e più solidale oppure precipitare in una divisione che potrebbe diventare irreversibile. 

(altro…)

Covid-19/ Le previsioni per la stagione turistica 2020 secondo Fabrizio Cavalli (Filcams Cgil Como)

In questi giorni stiamo imparando a convivere con l’interrogativo sugli effetti, prossimi o sul lungo periodo, del Covid-19 nella società: le attenzioni di enti, istituzioni e privati cittadini sono tutte puntate sulla riflessione riguardo le misure di prevenzione da adottare e sull’effetto di queste nella vita quotidiana di tutte e tutti. Ci sono grandi problemi. La Filcams Cgil con Roberto Cavalli esprime tutta la preoccupazione del territorio comasco legato economicamente al movimento dei flussi turistici.

Ormai strategico per l’economia del territorio e con un forte impatto occupazionale, in particolare per la zona del Lario, il settore turistico della Provincia di Como rischia di subire un forte contraccolpo a causa delle problematiche legate al Coronavirus.

«A oggi, a pochi giorni dall’inizio della nuova stagione turistica, con l’apertura di tutte le strutture ricettive – spiega Fabrizio Cavalli, Filcams Cgil Como – le informazioni che abbiamo contano un alto numero di disdette nel breve periodo e, attualmente, una mancanza di prenotazioni per il periodo estivo, che rappresenta il fulcro dell’intera stagione.
A pagarne le conseguenze, oltre a tutto il sistema economico, saranno i lavoratori del settore. Gli alberghi stanno posticipando le aperture e di conseguenza le assunzioni dei lavoratori, e chi ha già aperto si mantiene ad un regime minimo».

L’augurio è quello che la stagione possa riprendersi. Il rischio è una pesante ripercussione a livello occupazionale sia in termini di addetti, che in termini di reddito. Inoltre, il sistema di calcolo del periodo di disoccupazione, che prevede il diritto alla Naspi per una durata pari alla metà di quanto si è lavorato, comporta una ulteriore grave penalizzazione. Ci saranno persone che rimarranno scoperte da reddito e contributi a causa del posticipo dell’assunzione, e che verranno ulteriormente penalizzate l’anno prossimo quando la maturazione della Naspi non sarà sufficiente a garantire la copertura di tutto il periodo, tra la fine della stagione 2020 e l’inizio della successiva.

«A essere penalizzate – conclude Cavalli – saranno anche le aziende del settore che rischiano di veder sfuggire il proprio personale che potrebbe rivolgersi altrove per cercare occupazione. Riteniamo urgente attivare un tavolo di confronto con le associazioni di categoria per fare il punto della situazione e richiedere alle Istituzioni l’attivazione di misure di sostegno che tengano conto anche di questa problematica». [Roberto Cavalli, Filcams Cgil Como]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: