Mense scolastiche, per il 53 per centro ad una ditta Vicentina

Il 53% della gestione delle mense scolastiche è stato dato alla società Euroristorazione da settembre 2018 a luglio 2021, con sede in Vicenza a Torri di Quartesolo, per l’offerta di 14.003.443 rispetto la richiesta di 15.275.928 euro, il restante 47% rimane in gestione al comune di Como.

«Eravamo e siamo contrari su questa scelta, voluta dalla giunta, di esternalizzare il servizio per più della metà dei pasti senza che ci sia un risparmio ma anzi un aumento, infatti il costo di un pasto passerà da 4,80 a 5 euro » queste le parole di Fabio Aleotti consigliere del Movimento 5 stelle comasco. «Ora la speranza – aggiunge – è che si dia veramente seguito alle promesse concordate, prioritariamente assumere, nella società aggiudicataria, le persone a tempo determinato non più in servizio e realizzare uno studio di fattibilità per il punto di cottura o per più punti unici potenziando alcune delle cucine già esistenti». «Il fatto che il servizio sarà misto per i prossimi 3 anni – conclude Aleotti – ci darà modo di fare un confronto tra il servizio privato e quello pubblico e siamo convinti, al contrario del centro destra e della lista Rapinese, che il giudizio di mamme e bambini sarà per un gradimento verso quello pubblico, viste le numerose lamentele che riceviamo nei comuni dove esiste il servizio privato. Il tempo sarà testimone su chi avrà avuto ragione.» [dl, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: