Antifascismo

25 aprile/ Uno dei mille papaveri rossi/ cronache dalla festa

Festa d’aprile: nonostante tutti i problemi, nonostante tutti i dubbi, nonostante tutte le doverose cautele, questa mattina, facendo un giro per i luoghi che a Como ricordano la Resistenza e la Liberazione, l’aria di festa era reale.

(altro…)

25 aprile 2021/ Liberazione/ Prima parte

Abbiamo cominciato questa “3 giorni” dedicata al 25 Aprile “dal fondo”, dall’attualità, mettendo la testa nel groviglio di problemi, ancora ben lungi dall’essere risulti, determinati dalla presenza dei gruppi neofascisti e neonazisti che, purtroppo, ancora si richiamano a quelle ideologie che l’impegno democratico avrebbe dovuto cancellare definitivamente. Lo abbiamo fatto per rendere chiaro che quel percorso di conquista della Libertà e della Democrazia, che ha nel 25 Aprile un momento centrale e fondante, non è ancora concluso. Che l’impegno non può affievolirsi.

(altro…)

Diretta / 25 aprile in Tremezzina, Resistenza e Liberazione

Interventi di Giuseppe Calzati sulla battaglia di Tremezzina, Cristina Redaelli sulla figura di Enrico Caronti, saluti del sindaco Mauro Guerra e del presidente Anpi Guglielmo Invernizzi, nel ricordo di Corrado Lamberti

(altro…)

Fascismi di ieri e oggi/ E alla fine c’è il Cpr

Il 24 e il 25 aprile, a Milano sono state organizzate diverse iniziative che riflettono sul valore dell’antifascismo e sulla sua attualità. Non viene solo celebrato il settantaseiesimo anniversario della Liberazione: sabato 24 ci sono stati due presidi, uno contro l’apertura della libreria fascista Altaforte a Cernusco sul Naviglio e uno contro i Cpr, i lager italiani di oggi, in Via Corelli a Milano.

(altro…)

Antifascismo contro fascismo e neofascismo

L’anniversario della liberazione dal fascismo non può e non deve essere soltanto un momento di trasmissione della memoria, ma richiede la capacità di rapportarsi al presente, per cogliere la continuità di un fenomeno, i suoi tratti evolutivi, la sua costante presenza nel contesto attuale, la necessità e l’attualità di essere e di dichiararsi antifascisti. Il ventennio fascista non è stato una pagina chiusa, un incidente della storia. Siamo in presenza di una crisi della democrazia, non solo in Italia, che apre spazi a soluzioni autoritarie.

(altro…)

1940 – La catastrofe/ Jacopo Tomatis/ Tra guerra e cultura popolare

Il docente dell’Università di Torino Jacopo Tomatis affronta il tema del rapporto tra fascismo, guerra e “cultura popolare”, ovvero musica e spettacolo e mezzi di comunicazione di massa (all’epoca, ovviamente, la radio), all’interno di una situazione in cui il regime aveva interesse a controllare ogni aspetto della vita della gente.

(altro…)

1940 – La catastrofe/ Francesco Palaia/ La fabbrica

Il ricercatore della Fondazione di Vittorio Francesco Palaia approfondisce la situazione delle fabbriche e della classe operaia, ma anche dei contadini, in particolare negli anni Trenta, prima dell’entrata in guerra, ma con un’analisi anche della situazione che conduce agli scioperi nelle fabbriche del 1943-1944.

(altro…)

1940 – La catastrofe/ Simona Salustri

La storica e docente dell’Università di Bologna Simona Salustri affronta la situazione economico-sociale e il tema del consenso del fascismo nel periodo antecedente l’entrata in guerra, ed entra poi nel merito della situazione dell’“economia di guerra” e quindi delle conseguenze sulla vita quotidiana delle persone.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: