Persone

5 anni senza Lucia

Fabrizio Baggi, legato a Lucia Cassina non solo da comune appartenenza politica ma anche da un forte legame di amicizia la ricorda: «28 febbraio 2016 – 28 febbraio 2021. Sono passati cinque anni da quel giorno maledetto e la tua mancanza si accusa oggi più che mai. Sono successe moltissime cose da allora, alcune bellissime ed altre bruttissime e 5 anni sembrano una vita. Non è trascorso un solo giorno in cui non abbia pensato “che avrebbe detto Lucia”, “chissà cosa avrebbe fatto Lucia”, “se fosse stata qua avrei chiesto a Lucia”.Con la tua scomparsa è mancato un punto fermo, un enorme punto di riferimento per tutte e tutti coloro le/i quali hanno avuto la fortuna di conoscerti. Ciao Lucia, un abbraccio… Spero che tu stia bene, ovunque tu sia». [Fabrizio Baggi, segretario regionale Prc Lombardia]

L’egoismo europeo uccide

Mentre l’Europa e in particolare il presidente del Consiglio Mario Draghi propone un’Europa meschina e egoista che si propone persino di non dare sostegno adeguato al piano per la vaccinazione globale, anche a Como c’è chi propone di lottare contro la violenta esclusione dalla Fortezza Europa di chi ha pieno diritto di tentare di realizzare nel nostro continente progetti di vita più degna.

(altro…)

26 febbraio/ In memoria di Youssouf Diakite

Presidio presso la Stazione ferroviaria di Como San Giovanni nella giornata di venerdì 26 febbraio, alle ore 18 alle ore 19.30.  
Il 27 febbraio 2017 Youssouf Diakite, giovane migrante maliano, moriva nei pressi della stazione di Balerna, folgorato dalla linea elettrica ferroviaria, mentre nascosto sul tetto di un treno locale cercava di continuare il suo viaggio verso Nord.

(altro…)

Ciao Wilma

il 14 febbraio ci ha lasciato Wilma Tamborini, una persona che ha vissuto gli ultimi anni della sua vita in modo impegnativo: era malata di un morbo raro e gravissimo che l’aveva ridotta sulla sedia a rotelle dopo tante sofferenze e limitazioni nel nutrirsi, nei movimenti, negli spostamenti. Sono sicuro che la sua sofferenza l’avrà portata diritta in Paradiso.

(altro…)

Ricordare Perugino Perugini

Si è svolta nel pomeriggio del 13 febbraio, al Cimitero di Albate, nell’anniversario della sua scomparsa, nel febbraio del 2009, una breve cerimonia in ricordo di Perugino Perugini a cui è dedicata la sezione cittadina dell’Anpi. Presenti i dirigenti dell’Anpi di Como, la figlia, alcuni amici. Purtroppo, quest’anno poche persone, rispettando le normative covid. Perugino Perugini, una figura storica della nostra città.

Lo ricorderete sempre in giro in bicicletta a ricordare e a far memoria. Memoria della sua vita sempre impegnata nel lavoro, nella socialità. Una persona sobria e austera, un esempio di solidarietà e di attivismo.Il suo impegno contro il razzismo, i nazionalismi, contro quelle idee di vilrnza e sopraffazione sempre e anche oggi presenti. Perugino Perugini fu anche uno dei fondatori di associazioni come ItaliaUrss e poi di ItaliaCuba che hanno favorito conoscenze, scambi culturali e iniziative di solidarietà. Grazie all’idea sua e di Donato Supino di mandare tanti anni fa a Cuba i bus dell’Azienda di trasporto comasca ha creato riconoscenza e il nome di Como se lo ricordano ancora. Perugino Perugini deve essere ricordato: la memoria di persone come lui, il ricordo delle loro idee, sono di insegnamento e stimolo per l’oggi e per il futuro. [Luigi Nessi, ecoinformazioni, foto Luigi Nessi, ecoinformazioni]

24 gennaio/ Associazione Lissi/ Riflessioni sulla cultura dello stupro

«Per il giorno domenica 24 gennaio, alle ore 16, l’Associazione Alfonso Lissi ha organizzato un incontro online sul tema della cultura dello stupro, con l’obiettivo di definirla e approfondirne i concetti. La relatrice sarà Sveva Basirah Balzini, attivista e fondatrice di “Sono l’Unica Mia”. Approfondirà i concetti base della cultura dello stupro – una cultura in cui la violenza sessuale è normalizzata e minimizzata, direttamente o indirettamente, da atteggiamenti, norme e media – per poi andare a esplorare le sue dinamiche e riflettere su come essa faccia parte della nostra quotidianità.

(altro…)

Ciao Maurizio/ Il ricordo di Enrico Seregni

Per ecoinformazioni Maurizio Michelini è stato un maestro di giornalismo, disponibile a contribuire anche alla formazione dei ragazzi e delle ragazze che nella nostra redazione hanno appreso e praticato il giornalismo partecipato. Per noi è stato un amico con il quale abbiamo dato vita decenni fa ad un bellissimo giornale Uomini contro, un esperimento di cronaca, cultura e informazione contro la guerra ancora attuale. Maurizio, lo ricorda la Cgil, è stato lo storico giornalista de l’Unità, de Il Sole 24 ore e il direttore negli anni Ottanta di Contatto, periodico  della Cgil cittadina. Umberto Colombo, segretario della Camera del lavoro lariana, sottolinea l’importanza del suo lavoro: «Ha dato voce alle istanze e alle lotte portate avanti dal mondo del lavoro. Da questo punto di vista, il periodico da lui diretto ha rappresentato un esempio all’avanguardia». Certo Maurizio è stato il giornalista professionista della sinistra a Como, quella del Pci che pure lo espulse insieme a compagne e compagni della mitica sezione Gramsci. Ciao Maurizio. [ecoinformazioni]

(altro…)

Acwtv/ Abby Basiouny e Mara Cacciatori/ Lidia Brisca Menapace

Un’attivista femminista, forse la prima a intendere il linguaggio sessuato come strumento fondamentale contro il sessismo, una donna che ha passato la vita a lottare per i diritti delle donne, una partigiana e nota sostenitrice della Resistenza, ex senatrice di Rifondazione comunista, stiamo parlando di Lidia Menapace. Dedichiamo, con tristezza, affetto e riconoscenza questa edizione interamente a lei.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: