Persone

Baggi/ La destra al governo non si riabilita con una lapide

L’ho già detto ma credo valga la pena ripeterlo: bene l’intitolazione di un Largo in Piazza San Rocco a Como alla memoria di don Roberto Malgesini, ma sia chiaro al Sindaco ed alla Giunta tutta che non sarà questo gesto – simbolico – a far sì che chi da anni fa politiche discriminatorie, antisociali e diffonde messaggi d’odio venga riabilitato. La Memoria di Roberto si onora proseguendo ciò che lui praticava quotidianamente: la solidarietà e l’aiuto rivolto ai fragili, e chi lo conosceva bene sa di cosa sto parlando. L’amministrazione Landriscina porta avanti da quasi 5 anni l’esatto contrario. Non verrete riabilitati intitolandogli una piazza, se voleste davvero rendere omaggio a Roberto fareste politiche diametralmente opposte a quelle che fate. Le chiacchere stanno a zero. [Fabrizio Baggi, segretaririo Prc Lombardia]

Vorrei gridare, accusare, condannare. Ma don Roberto non vorrebbe

Vorrei gridare, accusare, condannare!!! Però non mi sembra giusto farlo. Lui don Roberto Malgesini non vorrebbe, non l’avrebbe fatto; si sarebbe comportato come sempre accettando, mai subendo, cercando sempre di trovare soluzioni possibili e alternative. Questo nonostante tutto quello che gli è stato fatto contro dall’Amministrazione comunale e da una parte della Chiesa locale che non sempre condivideva quello che faceva. Gli hanno segato le panchine a San Rocco, lo hanno multato, gli hanno fatto togliere i servizi, lo hanno fatto spostare più volte per le colazioni: dalle colonne del Liceo, da San Francesco, dalle scalinate delle Caserme.

(altro…)

Video/ In strada per Gino

[Pink Floyd: “One the turning away” per Gino Strada]

Contrasti in piazza Verdi a Como l’11 settembre sera. Nella piazza, poco e male illuminata, l’assembramento di tavoli per garantire al ristorante ulteriore ristoro dai tempi grami del covid. Decine di tavoli, spazio pubblico privatizzato per la spensierata cena di tante persone. A pochi metri con Emergency cento persone per ricordare Gino Strada, l’avventura vitale di chi nei paesi più difficili va a portare libertà di cura, libertà di sopravvivere, libertà di esistere e allevia le piaghe che le nostre guerre per la “libertà” (sigh) determinano nella carne delle persone, uccidendo, mutilando, deturpando, affamando.

(altro…)

Ciao Gino/ grazie

Appresa la notizia della scomparsa di Gino Strada, l’Arci tutta esprime il proprio cordoglio per la morte di un grande uomo, un grande amico della nostra associazione. In molti di noi è vivido il ricordo della presenza di Gino nel momento in cui il nostro compianto presidente Tom Benetollo fu preso da un malore che nel giro di poche ore lo portò alla morte. In quell’occasione fu tra i primi a prestargli soccorso, e, ancora oggi, viveva col rimpianto di non essere riuscito a fare di più per salvarlo.

(altro…)

Video/ Lucia Cassina a Palazzo Cernezzi

Nel Cortile storico del Municipio di Como la Cgil ha presentato il 17 giugno il libro di Fiorella Merlini Lucia Cassina, la donna, la sindacalista l’amica, edito da NodoLibri [142 pagg. febbraio 2021, 12 euro] per la Cgil di Como. Si sono susseguiti interventi di compagne e compagni di lotta e di vita della donna “forza della natura” del sindacato e della politica lariana che hanno illustrato le tante storie raccolte nel libro, biografia colletiva di Lucia. Affettuosa e intensissima la partecipazione di un’occasione non solo per ricordare, ma molto più per continuare a sviluppare il percorso della sindacalista. Solo poche decine di persone purtroppo hanno seguito a Palazzi Cernezzi l’inziativa. Ecoinformazioni mette a disposizione i video di tutti gli interventi (Alessandra Ghirotti, Massimo Patrignani, Pinuccio Gallo, Fiorella Merlini, Matteo Mandressi, Simona Benedetti, Umberto Colombo, Daniela Guarnotta) perché le tante emozioni e gli stimoli per il futuro delle lotte per i diritti possano essere utili per tante/i altre/i.

(altro…)

Un Ponte Per … Battiato

“Ricordiamo in Franco Battiato un grande e geniale artista ma anche uno straordinario uomo di pace che non esitò ad usare il suo prestigio e notorietà per violare l’embargo insensato contro il popolo iracheno. Era il 4 dicembre 1992 e l’Iraq e il suo popolo erano messi all’indice dalla Comunità internazionale. Ci chiese di collaborare ad un suo sogno, quello di tenere un concerto a Baghdad. Ci parve subito una idea bellissima e mettemmo a disposizione ogni nostro contatto e forza affinché il concerto si tenesse. Senza la sua ferma volontà non ci saremo mai riusciti”.  Lo affermano, in una dichiarazione i due co-Presidenti nazionali di Un Ponte Per Alfio Nicotra e Angelica Romano.

(altro…)

18 aprile/ Assopace Palestina/ Ricordando Vik

«Sono ormai trascorsi 10 anni dalla tragica scomparsa di Vittorio Arrigoni, assassinato a Gaza nell’aprile 2011. La sezione valtellinese di AssopacePalestina intende promuovere una iniziativa, che sarà ovviamente online (in diretta sulle pagine facebook e youtube dell’associazione) domenica 18 aprile alle 17,00, per offrire l’opportunità di soffermarsi sulla vita di Vittorio: la sua testimonianza di attivista per i diritti umani in diverse parti del mondo, e poi in Palestina e a Gaza come attivista dell’International Solidarity Movement, la sua attività di reporter, preziosissima nel 2008 quando a Gaza non era rimasto nessun giornalista occidentale a descrivere gli orrori di Piombo Fuso.

(altro…)

Per Peppe Tarallo

Per Peppe Tarallo, fulgido esempio di militante ecologista. La biografia del professore Giuseppe Tarallo, insegnante, padre di famiglia, militante ecologista proveniente dalle file del Movimento Studentesco, è limpidamente, inequivocabilmente quella che rappresenta pienamente chi è, che cosa dovrebbe essere un vero politico ecologista. E’ stato creatore e ricercatore di aggregazione, sempre.

(altro…)

Ciao Peppe

È morto il 23 marzo Peppe Tarallo. Se ne è andato un amico fraterno che è stato un punto di riferimento importante per me e Celeste, fin dall’inizio della nostra vita a Como. Peppe è stato fondamentale per la mia formazione politica. La sua azione è stata decisiva, a Como e a Erba, nei movimenti  per la centralità della scuola, contro il precariato, perché fosse palestra di politica, di umanità,  di sogno e non luogo della selezione di classe. Peppe, ritornato nella sua Agnone Cilento, è stato essenziale anche per il Sud. Primo sindaco italiano Verde (rosso-verde), minacciato dalla camorra per il suo impegno ambientalista contro la cementificazione della costa, direttore del Parco del Cilento, paladino dei diritti umani, della giustizia sociale. E il Peppe politico ed ecologista era così anche nella vita privata, stracolma di affetti familiari e capace di essere amico – amico vero – da lontano, come da vicino.

(altro…)

Per don Roberto/ Fatti, non targhe

Fabrizio Baggi, segretario del Prc della Lombardia e impegnato in Como senza frontiere, la rete che da mesi chiede un dormitorio e centro diurno aperto e dedicato al sacerdote ucciso, contesta la scelta che giudica strumentale della Giunta Landriscina che dopo aver ostacolato in ogni modo l’attivismo solidale e in particolare l’azione di don Roberto Malgesini intende ora azzerare le gravissime responsabilità avute nella sua storia con l’intitolazione di qualche metro quadrato nei pressi della sua parrocchia.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: