Massimo Capozziello

ecoinformazioni on air/ Riaperture irresponsabili

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione il 19 aprile alle 7,15 di Metroregione di Radio Popolare. Elisabetta Patelli, presidente onoraria dei Verdi della Lombardia, e Massimo Capozziello, portavoce dei Verdi della provincia di Como ritengono sbagliate e pericolose le riaperture stabilite dal governo Draghi.

«In questo momento non abbiamo le condizioni di mitigazione né sulle probabilità né sul danno, per cui parlare di rischio calcolato è da irresponsabili». «Come gestiranno le scuole ingressi, spazi e  sicurezza sanitaria? Come faranno i trasporti? La scienza e la medicina dicono che riaprire è un errore». «Per i Verdi forzando il sistema, senza una buona base di popolazione immune e pressando  scuole e trasporti si commettono errori del passato e  si corre il rischio di dover richiudere nuovamente a breve». «È impensabile ad esempio che la ripartenza  significhi di nuovo assalti totalmente fuori controllo nel fine settimana alla città di Como, nell’assoluta incapacità gestionale dell’attuale amministrazione comunale». [Gianpalo Rosso, ecoinformazioni]

Pd/ La nuova segreteria provinciale

La presentazione della nuova segreteria provinciale del Pd in conferenza stampa si svolge secondo canoni piuttosto tradizionali: un lungo intervento del nuovo segretario Angelo Orsenigo che con chiarezza e puntiglio mette di fila i temi all’ordine del giorno.

OrsenigoAngelo

Angelo Orsenigo segretario provinciale PD

 

Prima di tutto tiene a sottolineare che la nuova segreteria è espressione del voto unanime del partito rappresenta tutta la provincia, poi elenca i diversi incarichi ai diversi componenti (e punta l’attenzione su due nuove “deleghe”: economia e cultura/scuola – ma come, si chiede il cronista, prima non se ne occupavano?). Dopo di che sciorina i caposaldi dei prossimi impegni. In sintesi: un confronto chiaro sul futuro della (ex) Provincia di Como o (neo) Area vasta che dir si voglia; un forum economico per capire dove si deve indirizzare il territorio; un confronto serio su acqua pubblica e trasporto pubblico locale, perché sono temi fondamentali per la qualità della vita del territorio; un vero dialogo con le realtà sindacali. Dal punto di vista del lavoro interno del partito, serve molto impegno per colmare un deficit di presenza sul territorio e anche per ricucire una certa separatezza tra circoli locali e organi dirigenti del PD (infatti è in programma una vera e propria “visita pastorale” in tutti i 44 circoli provinciali), e poi ancora l’organizzazione di un nuovo evento per la stagione estiva, qualcosa che stia a metà tra la “festa dell’Unità” e la “Leopolda”. Inoltre il PD locale non si deve sottrarre all’analisi dei temi più scottanti, ma proprio per questo più “sentiti-dalla-gente”, come sicurezza e immigrazione.

Sui temi all’ordine del giorno del capoluogo – paratie e ztl – Orsenigo ribadisce il sostegno alla linea della giunta guidata da Lucini; sulle paratie, comunque, bisogna lavorare a fondo per mettere a punto le azioni politiche necessarie. (In realtà solo sulle paratie il neosegretario un po’ si scioglie e abbandona il tono un po’ distaccato del discorso preparato con attenzione…).

Alla fine, a domanda diretta, risponde che sì, per “tornare a far politica in mezzo alla gente” (ma la terminologia è mia) c’è un bel lavoro da fare.

Segreteria-PD

Di seguito, la composizione della segreteria:

Angelo Orsenigo, segretario
Federico Broggi, vicesegretario con delega all’economia e terzo settore
Paolo Panizzolo, tesseramento e coordinamento
Massimo Capozziello, Franca Anzani, circoli
Federico Bassani, Francesca Curtale, enti locali
Alessandro De Carlo, organizzazione
Ivano Mazza, comunicazione
Marco Grassi, Giuliana Casartelli, forum
Michele Spagnuolo, formazione amministratori
Carla Gaiani, formazione politica
Francesca Preatoni, scuola e cultura

[Fabio Cani, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: