Chiarezza per le multe sullo sconto benzina sulla fascia confinaria

Non saranno sanzionati i cittadini che hanno continuato ad utilizzare la carta sconto dopo essersi trasferiti di residenza all’interno della stessa fascia confinaria

 In commissione bilancio l’assessore regionale Romano Colozzi, dopo un’interrogazione del Pd, ha dato una risposta ufficiale alla questione con una circolare interpretativa su quello che il Partito democratico ha chiamato «un abuso “tecnico”, in buona fede, che non comporta danni per l’erario né vantaggi indebiti per il trasgressore».

«La circolare – spiega il Pd regionale – invita inoltre i sindaci a commisurare le multe all’entità reale della trasgressione per chi ha conservato la carta sconto dopo essersi trasferito dalla fascia di sconto A alla B, con diritto ad uno sconto minore».

«La maniera più efficace per sbloccare la situazione era la circolare interpretativa – affermano Luca Gaffuri e Alessandro Alfieri, capogruppo e vicesegretario regionale Pd – e i sindaci hanno ora uno strumento di riferimento per ritirare le multe date a questi cittadini che di fatto non hanno commesso alcun abuso, semmai una dimenticanza che non reca danni alle casse pubbliche».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: