Sciopero generale: sempre più cittadini contro la manovra del governo

La Cgil soddisfatta delle adesioni allo sciopero a Como. «Abbiamo ottenuto un buon risultato – ha commentato Alessandro Tarpini, segretario della Camera del Lavoro provinciale, al termine dello sciopero generale della Cgil – considerato il periodo particolare e il fatto che scioperare da soli, senza gli altri sindacati, è sempre difficile. In ogni caso siamo soddisfatti della partecipazione alla mobilitazione: soprattutto, registriamo una crescente simpatia della popolazione verso le nostre iniziative, il segnale tangibile che i cittadini, in modo trasversale, non sono soddisfatti della manovra economica e più in enerale dell’azione del governo contro la crisi». In media, considerando le diverse categorie, ha aderito allo sciopero il 58 per cento dei lavoratori. Per quanto riguarda i trasporti si è registrato un 60% per l’Asf e un 81% nella navigazione lago; nel settore dei metalmeccanici, alla Glaston Italy di Bregnano si è registrata una punta massima, con adesioni tra l’80 e il 90%; mentre nelle aziende Dell’Orto di Cabiate, Dana di Montano Lucino e Ome di Erba i lavoratori che hanno scioperato hanno raggiunto percentuali tra il 50 e il 70%.  Dopo il presidio in piazza Vittorria al quale hanno partecipato alcune centinaia di persone i appresentanti della Cgil hanno poi incontrato il prefetto, al quale hanno segnalato le ragioni della mobilitazione e il crescente disagio della popolazione, per effetto della manovra».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: