Cassare il fascismo in città

I Giovani democratici esprimono piena solidarietà al senatore Forni e si propongono di coprire le scritte fasciste presenti in città. Un modo attivo di celebrare il 27 gennaio. Leggi nel seguito del post il comunicato con le dichiarazioni dellla segretaria dei Gd Barbara Vaccarella.

«Questo triste avvenimento da un’ulteriore conferma dell’esistenza di movimenti neofascisti e xenofobi nella nostra città. Barbara Vaccarella, segretaria Provinciale dei GD, commenta: “Occorre tenere alta la guardia, in città poco più di un mese fa Forza Nuova ha aperto un sede, oggi leggiamo nella sede dell’Anpi di Como scritte neofasciste, ma soprattutto, negazioniste.

Il 27 gennaio si avvicina e oggi più che mai dobbiamo celebrare questa data, in quanto non è possibile che ancora oggi vi siano persone che negano l’olocausto.

Esprimo piena solidarietà al senatore Forni e all’Anpi di Como e come Giovani Democratici di Como ci proponiamo di coprire quelle scritte incresciose e tutti i simboli nazisti e fascisti della nostra città. Questi fatti ci dimostrano che ha  senso essere antifascisti, in quanto le organizzazioni nazifasciste esistono ancora!”»

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: