L’altra Lombardia con Di Stefano

agostinelliMario Agostinelli, tra le personalità politiche più acute e attive della sinistra in Lombardia, invita nelle primarie del centrosinistra di sabato 15 dicembre a scegliere Andrea Di Stefano perché la sua candidatura «offre un’occasione straordinaria per tutti coloro che nel centro sinistra contano su una reale rottura con il modello formigoniano, in quanto libera da qualsiasi condizionamento consociativo e sospinta da un tessuto di relazioni e di proposte incardinate nella partecipazione». Leggi nel seguito dell’articolo l’appello di Mario Agostinelli.

«Vorrei ricordare come Andrea Di Stefano, candidato alle primarie lombarde di sabato 15 Dicembre, sia stato in questi anni partecipe e vicino alle scelte di Energiafelice e da sempre in linea con quella trasformazione del paradigma energetico che comporta grandi trasformazioni nell’area delle produzioni, negli assetti del consumo, nel governo democratico del territtorio. Con un’attenzione preminente al lavoro e ai suoi diritti, ha condiviso una prospettiva di riallineamento tra società civile e politica con una chiara identità di sinistra. Parola che oggi si stenta a pronunciare, come se lo stare dalla parte del lavoro, dei beni comuni e dell’ambiente nuocesse al consenso elettorale e non fosse invece il presupposto per rendere efficace il cambio di rotta necessario alla Lombardia.

Di Stefano si presenta con un progetto economico e politico non utopistico ma concreto, attento all’ambiente, alla difesa della sanità pubblica e della scuola pubblica, con interventi a sostegno della produzione e dell’occupazione, con una competenza che affronta la sfida energetico-climatica e la conservazione pubblica dei beni comuni come snodo di uno sviluppo sostenibile e socialmente desiderabile .

La sua candidatura offre un’occasione straordinaria per tutti coloro che nel centro sinistra contano su una reale rottura con il modello formigoniano, in quanto libera da qualsiasi condizionamento consociativo e sospinta da un tessuto di relazioni e di proposte incardinate nella partecipazione.

Credo che votare Andrea valga la pena e costituisca il pegno per una speranza che ci continua ad accomunare». [Mario Agostinelli]

1 thought on “L’altra Lombardia con Di Stefano

  1. Voterò Di Stefano ma qualcuno lo avverta che Guzzetti ancora sta facendo danni!

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: