Mare chiuso/ il documentario in streaming

Mare-ChiusodFino alla mezzanotte di domenica 6 ottobre è visibile gratuitamente e per intero il documentario di Stefano Liberti e Andrea Segre Mare Chiuso, che racconta le conseguenze dei respingimenti verso la Libia effettuati nel 2009 dal Governo Italiano. A parlare, in prima persona, sono gli stessi profughi africani. Il lavoro è stato prodotto da Zalab. Guarda online il documentario. Da lunedì 7 è possibile scaricare solo il trailer, acquistare il video, organizzare una proiezione cliccando qui.

Scrivono gli autori: «Tra maggio 2009 e settembre 2010 oltre duemila migranti africani vennero intercettati nelle acque del Mediterraneo e respinti in Libia dalla Marina e dalla Polizia italiana; in seguito agli accordi tra Gheddafi e Berlusconi, infatti, le barche dei migranti venivano sistematicamente ricondotte in territorio libico, dove i richiedenti asilo non godevano di alcun diritto e la polizia esercitava indisturbata varie forme di abusi e di violenze. Non si è mai potuto sapere ciò che realmente succedeva ai migranti durante i respingimenti, perché nessun giornalista era ammesso sulle navi e perché tutti i testimoni furono poi destinati alla detenzione in Libia. Nel marzo 2011 con lo scoppio della guerra in Libia, tutto è cambiato. Migliaia di migranti africani sono scappati e tra questi anche rifugiati etiopi, eritrei e somali che erano stati precedentemente vittime dei respingimenti italiani e che si sono rifugiati nel campo UNHCR di Shousha in Tunisia, dove li abbiamo incontrati. Nel documentario sono loro, infatti, a raccontare in prima persona cosa vuol dire essere respinti; sono racconti di grande dolore e dignità, ricostruiti con precisione e consapevolezza. Sono quelle testimonianze dirette che ancora mancavano e che mettono in luce le violenze e le violazioni commesse dall’Italia ai danni di persone indifese, innocenti e in cerca di protezione. Una strategia politica che ha purtroppo goduto di un grande consenso nell’opinione pubblica italiana, ma per la quale l’Italia è stata recentemente condannata dalla Corte Europea per i Diritti Umani in seguito ad un processo storico il cui svolgimento fa da cornice alle storie narrate nel documentario». [Andrea Quadroni, ecoinformazioni]

1 thought on “Mare chiuso/ il documentario in streaming

  1. Cose dell’ altro mondo,comunque in Italia la situazione è precaria ma si sa che tutti vedono Alle Falde del Kilimangiaro…..

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: