24 e 25/ Lettere dalla Resistenza

unnamed.jpg

Una donna ricorda quei giorni, vissuti da lei bambina e poi da donna e poi da madre. «Da quando sono nata, per diciassette anni, ho sempre dormito nello stesso letto, nella stessa posizione, nella stessa stanza di una vecchia casa in mezzo ai prati. Il mio letto era messo vicino ad una piccola finestra, con l’intelaiatura bianca che ogni sei o sette anni cambiava colore…e io leggevo le lettere scritte da mio padre, per non dimenticare… Mio padre era un partigiano.» Un uomo rivive le sue paure, le speranze, le lotte: «con la mia bicicletta portavo messaggi a certa gente della resistenza. Ogni ora di questo orologio, ogni minuto, in certi momenti della vita, a contato le mie paure da quando ho iniziato a salire e scendere da queste montagne. Ogni viaggio imparavo a controllare il respiro, a dosare le forze, a ingoiare la paura».

Martedì 24 aprile alle 21 e mercoledì 25 aprile alle 11.45 ai Giardini a lago Como al Monumento alla Resistenza per la ricorrenza della Festa della Liberazione, l’Associazione artistica orizzonti inclinati organizza un incontro di lettura di lettere dei partigiani Lettere dalla resistenza con Miriana Ronchetti e gli allievi del corso di teatro. [dl, ecoinformazioni]

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: