24 febbraio/ Scuola popolare di Cittadinanza di Rebbio

Dopo gli incontri “sperimentali” dell’anno passato, riprende la Scuola popolare di Cittadinanza di Rebbio: un progetto di grande rilevanza tanto per il territorio quanto per la crescita comune di nativi e migranti.

La Scuola popolare di cittadinanza di Rebbio vuole fornire alla popolazione migrante (transitante e residente) e a quella autoctona occasioni di conoscenza e confronto sui temi fondamentali della vita della comunità.
L’idea nasce dall’esperienza di accoglienza e accompagnamento di migranti presso la parrocchia di Rebbio ed è stata raccolta da organizzazioni e da persone di diverse aree culturali e politiche, impegnate nella promozione sociale e in attività per i diritti umani di tutte e tutti. Si fonda sul riconoscimento della realtà multietnica del nostro territorio, del suo valore così come delle difficoltà che ne possono conseguire, e sul desiderio di un comune percorso verso una cittadinanza informata, consapevole, partecipata, attiva.
Ha svolto le sue prime attività in alcuni incontri sperimentali lo scorso anno, arrivando a maturare scelte di metodo e lavoro orientate a valorizzare tutti i partecipanti come soggetti protagonisti degli incontri della Scuola. Gli appuntamenti si svolgono con la collaborazione e la presenza di persone di riconosciuta competenza sui temi in questione.
La Scuola popolare di cittadinanza lega il suo nome a Rebbio e alla ricchezza umana, sociale, civile ed etica che è propria di questo luogo.

Il primo incontro del nuovo ciclo è domenica 24 febbraio alle ore 14.30 all’Oratorio di Rebbio, ed è dedicato a FARE POLITICA, con la partecipazione di Raffaele Mantegazza.

Qui trovate la sintesi del progetto e i dettagli dell’incontro in tre lingue:

italiano

inglese

francese

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: