Neutralità attiva/ Sostenere i pacifisti russi e ucraini

Non è vero che i/e russi/e e gli/le ucraini/e sono per la guerra. Al contrario è forte (forse maggioritario, ma oppresso) il rifiuto delle uccisioni in entrambi i popoli. Conoscere le voci della nonviolenza contro la follia militare è il primo passo per decidere di sostenerle per la Pace.

Il Movimento pacifista ucraino condanna tutte le azioni militari a fianco di Russia e Ucraina nel contesto del conflitto in corso. Chiediamo alla leadership sia degli stati che delle forze militari di fare un passo indietro e di sedersi al tavolo dei negoziati. La pace in Ucraina e nel mondo può essere raggiunta solo in modo non violento. La guerra è un crimine contro l’umanità. Pertanto, siamo determinati a non sostenere alcun tipo di guerra e a lottare per l’eliminazione di tutte le cause della guerra. Note: Intervista a Yurii Sheliazhenko su https://truthout.org/articles/antiwar-activists-in-russia-and-ukraine-are-calling-for-an-end-to-militarism/ [da Peacelink.it]

Non solo in Europa e nell’Occidente, ma anche in Russia si stanno svolgendo manifestazioni e sit-in di protesta contro la guerra. Sui social si stanno diffondendo immagini di manifestazioni spontanee di attivisti organizzate in diverse parti del paese, con comuni cittadini che protestano contro l’invasione del vicino ex-sovietico. Anche se non in numeri massicci, diversi cittadini sono scesi in piazza e hanno intonato cori contro l’operazione “speciale” ordinata dal presidente Vladimir Putin, sventolando cartelli con su scritto “No alla guerra”. Una folla si è radunata nella stessa San Pietroburgo, città natale del capo del Cremlino. Riportiamo in coda alcune immagini raccolte in Russia. [da Peacelink.it]

Continua a leggere su peacelink

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: