I dati di novembre 2010 dell’Osservatorio provinciale del lavoro

I dati della provincia di Como consolidano le tendenze già emerse nei mesi scorsi. Si registra una leggera diminuzione (-7%) delle persone che si sono rivolte ai centri per l’impiego rispetto allo stesso mese del 2009, a cui corrisponde un +7% di avviamenti al lavoro. Di questi solo il 21% è a tempo indeterminato, il rimanente sono assunzioni a tempo determinato (56%) e con le altre tipologie di lavoro precario. Non va dimenticato che ai Centri per l’impiego si stima si rivolgano il 50/60% dei senza lavoro. Il 2010 si conferma comunque un anno di grande crisi testimoniato anche dai dati riferiti alla mobilità e alla cassa integrazione. Se il numero dei lavoratori in mobilità è sostanzialmente simile al 2009 (3122 nel 2010)  a preoccupare sono le ore di cassa integrazione che a novembre hanno già superato il numero di ore dell’intero 2009. (27.330.503 contro le 25.907.037 del 2009). L’aumento delle ore di cassa integrazione si registrano soprattutto nella cassa integrazione straordinaria e in deroga sintomi evidente del perdurare dello stato di crisi. [Renato Tettamanti] Leggi sul blog Reteco il testo del rapporto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: