Un’altra storia: arte italiana dagli anni 80 agli anni 0

Mostra, con il patrocinio di Comune di Como, Regione Piemonte, Accademia di Brera, curata da Edoardo Di Mauro allo Spazio Ratti, ex chiesa di S. Francesco in largo Spallino 1 a Como, aperta sino al 24 aprile. Apertura dal martedì al venerdì dalle 15.30 alle 19.30 sabato e festivi dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30, lunedì chiuso. Ingresso libero

Espongono Gianantonio Abate, Salvatore Anelli, Angelo Barile, Enzo Bersezio, Ennio Bertrand, Corrado Bonomi, Domenico Borrelli, Alessandro Bulgini, Carmine Calvanese, Francesco Correggia, Ferruccio D’Angelo, Aldo Damioli, Domenico David, Matilde Domestico, Roberta Fanti, Octavio Floreal, Luciano Gaglio, Carlo Gloria, Paolo Grassino, Ale Guzzetti, Enrico Iuliano, Ernesto Jannini, Iler Melioli, Giordano Montorsi, Amira Munteanu, Pietro Mussini, Leonardo Pivi, Plumcake, Gianfranco Sergio, Valerio Tedeschi, Silvano Tessarollo, Adrian Tranquilli, Natale Zoppis.

La mostra si sposterà quindi dal 14 al 30 settembre a Milano nella chiesa di S. Carporforo e nel novembre-dicembre 2011 a Torino allo Spazio Sansovino Arte Contemporanea.

«È una rassegna che si pone l’obiettivo di proporre una visione diversa dell’arte italiana dell’ultimo quarto di secolo – spiegano da Palazzo Cernezzi – Gli 84 artisti selezionati saranno dislocati nelle tre sedi secondo un criterio legato prioritariamente alla compatibilità delle opere con l’architettura dei luoghi». «“Un’Altra Storia” viene prodotta quasi a costo zero  precisa la nota – La sua realizzazione è stata possibile grazie alla concessione di importanti sedi pubbliche come lo Spazio Culturale Antonio Ratti a Como e San Carporforo a Milano, alla disponibilità del collezionista ed editore torinese Anselmo Basso a stampare un importante catalogo, alla collaborazione di gallerie come quella milanese di Antonio Battaglia ed il neonato Spazio Sansovino Arte Contemporanea a Torino, dove verrà allestita la terza parte della rassegna, alla collaborazione volontaria degli artisti, del curatore e di vari altri operatori».

Per informazioni Ufficio Cultura del Comune di Como tel. 031.252057, Edoardo Di Mauro e-mail edoardodimauro@tiscali.it, tel. 335.6398351.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: