Orario estivo e aumenti dei prezzi

70 corse in più in Lombardia, 1 a Como

 La Regione annuncia l’inizio del nuovo orario estivo, in vigore dal 12 giugno, con un aumento di ben «70 corse nuove, 64 prolungate e 33 velocizzate» e la nascita della linea S9 tra Milano e Albairate.

Per Como si tratta solamente di un treno in più che «parte da Bellinzona alle 6.07 arriva a Chiasso alle 7.06, ferma a Como S. Giovanni alle 7.11 e conclude la corsa a Milano Centrale alle 7.55». Una corsa che verrà effettuata con il nuovo materiale rotabile Flirt che «verrà utilizzato anche per la corsa delle 18,10 in partenza da Milano Centrale».

Anzi nonostante «alcune migliorie sulla Milano-Asso a partire da settembre, una linea con molti problemi di puntualità – denuncia il capogruppo del Pd in Regione Luca Gaffuri – viene accorciato da dicembre il servizio da Bellinzona ad Albate-Camerlata per il quale l’arrivo finale risulta a S. Giovanni, stando al progetto d’orario per il 2012 dell’Ufficio federale svizzero dei trasporti».

«Una politica più attenta avrebbe saputo mantenere un servizio che, se ben valorizzato, poteva essere di grande utilità – prosegue Gaffuri – Il vero problema del servizio ferroviario regionale è la mancanza di risorse, determinata dai pesantissimi tagli del Governo che la Regione non è riuscita ad evitare».

Un taglio che per l’esponente democratico peserà tutto nelle tasche dei cittadini con gli aumenti previsti ad agosto.

Ma l’assessore regionale alla mobilità Raffaele Cattaneo non ci sta e dichiara «Regione Lombardia si è battuta più di tutti per evitare i tagli imposti dalla manovra finanziaria in modo da potere proseguire nel percorso di miglioramento del servizio basato sugli investimenti».

L’assessore chiede quindi «se all’aumento delle tariffe, il Pd preferisce il taglio dei servizi come stanno facendo tutte le altre Regioni a cominciare da quelle governate dal centrosinistra».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: