I vendoliani di Como con Bersani

cartoline_A5-09Il comitato comasco Oppure Vendola sceglie per il secondo turno delle primarie Pierluigi Bersani  e al segretario del Pd chiede «di andare ben oltre il semplice “profumo di sinistra”, caratterizzando con parole chiare la rottura rispetto all’attuale assetto del modello economico e sociale». Leggi nel seguito del post la nota diffusa il 30 novembre. 

«L’adesione al progetto di Vendola e al Comitato comasco Oppure Vendola ha coinvolto nel nostro territorio persone provenienti da storie e percorsi politici e sociali diversi, non riconducibili a pure logiche di schieramento o di partito. Abbiamo provato a declinare nuove parole, un nuovo alfabeto in contro tendenza rispetto al pensiero liberista dominante. Lo abbiamo fatto con la determinazione che deriva dalla certezza che cambiare si può e si deve, e che lo si deve fare insieme. Crediamo di esserci, in parte, riusciti. Siamo consapevoli di doverci misurare ancora, in occasione del ballottaggio ed anche dopo, con i limiti della condizione in cui versa la politica, cercando di contribuire alla costruzione di un soggetto politico che sia in grado di rispondere alle sensibilità dei popoli della sinistra sui temi fondanti come l’ambiente, il lavoro, la scuola, i diritti. E sappiamo anche che per farlo si deve scegliere. Per questo abbiamo deciso di manifestare il nostro sostegno, nel secondo turno di ballottaggio che si terrà domenica 2 dicembre 2012, al candidato Pierluigi Bersani. Siamo, infatti, pienamente d’accordo con quanto affermato da Nichi Vendola, la nostra scelta «non può che essere per un profilo riformatore e genuino come quello di Pier Luigi Bersani. Non sono proprietario di un pacchetto di voti. I voti dei miei elettori sono voti in libertà, ma penso che voteranno contro la continuità delle politiche liberiste, e quindi per Bersani». Noi – donne e uomini che abbiamo animato le elezioni primarie, sostenendo Nichi Vendola, con le sue e le nostre idee, con la nostra partecipazione, proiettando la visione di un modo diverso di leggere i problemi e, soprattutto, di provare a risolverli, indicando un percorso che non intendiamo certo abbandonare – siamo convinti che il buon risultato ottenuto nazionalmente e localmente dal nostro candidato al primo turno delle primarie ponga all’attenzione dell’agenda politica della coalizione progressista e di Bersani temi per noi fondanti come quelli di un nuovo modello di sviluppo, di rilancio di politiche di inclusione sociale, dei diritti sociali e civili delle persone, di riconoscimento dei diritti di cittadinanza, di sostegno alla istruzione pubblica e alla scuola pubblica accessibili per tutti. Il nostro voto a Bersani non sarà un regalo, ma una richiesta determinata di impegno a sostenere, nell’azione del prossimo governo e nell’attività parlamentare, i valori a cui ci richiamiamo. A Pier Luigi Bersani chiediamo, insieme a Nichi Vendola, di interloquire «non con uno dei candidati al primo turno delle primarie,Vendola, ma con tutti i soggetti cui abbiamo tentato di dare voce». [Comitato comasco Oppure Vendola]

.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: