25 aprile/ Liberazione senza transenne

DSC_3986Como cambia passo con questo 25 aprile. La giornata è iniziata con la commemorazione del partigiano Alfonso Lissi a Como-Rebbio, dove alla presenza di una quarantina di persone è intervenuto il presidente dell’Anpi sezione di Como, Nicola Tirapelle. In seguito si svolta la messa a suffragio dei caduti al cimitero monumentale di Como con la presenza del sindaco Mario Lucini. La manifestazione istituzionale al Monumento alla Resistenza Europea ha registrato la partecipazione di qualche centinaio di persone tra cui molti giovani. Gli gli interventi si sono rivelati questa volta tutti privi di accenni revisionisti e, forse involontariamente,  senza alcun riferimento al presidente della Repubblica evocato invece frequentemente nei discorsi dei precedenti sindaci di centrodestra. Dopo la presentazione degli oratori a cura del presidente provinciale Anpi, Guglielmo Invernizzi, la parola è passata al sindaco Mario Lucini, che ha concluso il suo intervento citando commosso alcune frasi di martiri della Resistenza. Video intervento Mario Lucini. Per l’Anpi è intervenuto lo storico Vittorio Roncacci, che ha tenuto una breve “lezione di storia” ed ha sottolineato come i lasciti del fascismo si rilevino tutt’oggi all’interno della società; ha continuato ribadendo come sia impensabile equiparare chi ha combatutto per la Resistenza con chi ha fiancheggiato l’oppressore nazi-fascista. Video intervento Vittorio Roncacci. In seguito, fuori programma, è saltito sul palco il partigiano Mario Tonghini comandante della brigata Perretta che operò in Brianza. Video intervento del partigiano Mario Tonghini. Gli interventi sono stati tutti applauditi dalla folla, presente con bandiere di Anpi, Arci,  Cgil, Como antifascista, Italia Cuba, Movimento 5 stelle, Pd, Rifondazione comunista, mentre si svolgeva il presidio silenzioso Libertà è liberazione delle Donne in nero (leggi il  volantino). La Banda del Baradello ha accompagnato l’intera manifestazione, concludendo con l’esecuzione di Bella Ciao. Novità simbolica e quindi particolarmente significativa,  segno della condivisione degli stessi ideali tra autorità e partecipanti, la mancanza di transenne: liberi tutti di avvicinarsi al palco allestito di fronte al Monumento alla Resistenza europea. Gurda la galleria fotografica. [Jlenia Luraschi, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: