Prosegue la discussione sul Bilancio

comuneDopo la lunga replica alle domande di chiarimento di Pusterla incomincia la discussione

Contro la nuova sbarra per la limitazione dell’accesso al ponte della darsena per i mezzi superiori alle 3,5 tonnellate ha preso la parola, nelle preliminari al Consiglio comunale di mercoledì 10 luglio, il capogruppo di Adesso Como Alessandro Rapinese, per cui la struttura è un vero e proprio obbrobrio. Un intervento che per il consigliere crea disagi al traffico quando i mezzi pesanti, tra l’altro i furgoni dei rifornimenti farmaceutici, si accorgono tardi della limitazione e fanno manovra per cambiare strada.

Bilancio

La seduta è incominciata quindi con le risposte dell’assessora Giulia Pusterla alle domande di chiarimento dei consiglieri sul bilancio di previsione 2013 poste nella serata precedente. Una lunga prolusione di quasi un’ora e mezza in cui l’assessora ha chiarito che per l’imposta di soggiorno sono previste entrate per 40mila euro (per il solo mese di maggio sono entrate 85mila euro, per il mese seguente sono arrivati finora 16mila euro), i cui proventi verranno utilizzati per bagni pubblici, arredo urbano e iniziative culturali. Sul recupero dell’evasione non sono previste entrate per quest’anno mentre per il prossimo è stata fatta una stima di 50mila euro. Per quella che era una delle voci più importanti negli scorsi anni, gli oneri di urbanizzazione, sono stimati introiti per 80-100mila al mese, mentre dalle sanzioni per il Codice della strada dovrebbero arrivare nelle casse comunali 4,7 milioni. Sono anche cambiate le norme per la gestione di Como servizi urbani: «Entro il 31 dicembre bisogna individuare cosa fare, dato che i servizi torneranno in capo al Comune». Per quanto riguarda la prima infanzia verrà ridotta l’offerta per gli «spazi gioco, che non sono un servizio essenziale». Verrà ridimensionato quello di Sagnino e tolto quello di Lora, con un incremento però del servizio in via Palestro.

Insoddisfatto delle risposte il gruppo della Lega Nord, che ha chiesto anche una sospensione per valutare il da farsi. «A me non ha risposto!» si è accalorato Diego Peverelli che ha riproposto i quesiti nel corso del dibattito sperando in una risposta nella replica finale dell’assessora.

«Se non investiamo non ci saranno le premesse per un futuro migliore» la critica di Enrico Cenetiempo, Pdl, al Bilancio proposto, che ha posto l’accento sul risparmio energetico e contro la dispersione di calore, «un investimento per il futuro». E il futuro è anche dato dalla pulizia delle acque del lago per il consigliere per cui: «Lasceremo Como senza debiti, ma con il lago vuoto». Cenetiempo non ha risparmiato poi una stoccata alla Giunta: «Smettiamo di dire che abbiamo ricevuto in eredità i problemi, un De Gasperi dopo le distruzioni della Seconda guerra mondiale si è rimboccato le maniche». «La Giunta procede a tentoni – ha rincarato Luca Ceruti, M5S – è priva di idee e fa proprie quelle degli altri». «Non c’è progettualità – ha aggiunto – il Bilancio è insoddisfacente, non prevede uno snellimento delle spese inutili». Dai banchi della maggioranza ha preso la parola il capogruppo di Paco-Sel Luigi Nessi che ha giustificato il ritardo nella presentazione del documento: «Per la scarsa chiarezza del Governo Monti, prima, Letta, poi». L’auspicio è quello di affrontare per tempo il futuro Bilancio di previsione 2014. Un intervento a favore del documento presentato dalla Giunta Lucini, di cui è stata sottolineata la vicinanza al Terzo settore, per cui si auspica un maggiore coinvolgimento delle cooperative sociali nello svolgere servizi che il Comune non gestisce direttamente. Con un distinguo però: «Ho delle perplessità sull’alienazione delle farmacie comunali». Un punto su cui si è dichiarato recisamente contrario anche Mario Molteni, Per Como. «Non può essere chiesto alla Giunta Lucini di risolvere tutto – ha concluso Nessi – e va sottolineato l’impegno continuo». Data l’ora è stata poi sospesa la seduta, aggiornata a giovedì 11 luglio. [Michele Donegana – ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: