Chibro, via libera alla cassa integrazione

360104_5757913__AND8196_1_17631008_mediumRaggiunto l’accordo per i 158 dipendenti dopo l’incontro di mercoledì 10 luglio al ministero del Lavoro. Ancora da sciogliere i nodi riguardanti i pagamenti arretrati. Venerdì 5 luglio lavoratori e sindacati erano stati ricevuti dal prefetto Michele Tortora

Un accordo che permette ai lavoratori di respirare e concede 12 mesi per trovare una soluzione che aiuti la ricollocazione. La procedura, come da legge, prevede il pagamento diretto da parte dell’Inps del trattamento di integrazione salariale.

Nel frattempo, per le federazioni metalmeccaniche di Fiom e Fim, il commissario nominato dal tribunale di Como Giuseppe Fasana dovrà dare risposte chiare sui 3,5 milioni di euro che spettano agli impiegati Chibro: «Martedì 9 luglio sono state pagate le sole spettanze inerenti alla tredicesima mensilità del 2012 – spiegano i sindagati – ci sono differenze sugli importi che al momento non possiamo verificare perché non sono stati consegnati i cedolini. E ciò contrasta con la tassativa richiesta da parte del Commissario di avere certificato dai lavoratori quanto avrebbero percepito». E per quanto riguarda il pagamento di un anticipo fino al 70% del trattamento di fine rapporto, la situazione è ancora in alto mare: «Ieri il commissario ha confermato l’autorizzazione all’anticipo delle spettanze, mentre il consulente del lavoro nominato da lui ha detto cose diverse. Ciò impedisce di dare risposte certe e chiare di cosa e come, di quanto e quando percepiranno i lavoratori. Considerato che oltre 100 di loro non sono più presenti in azienda ma in cassa integrazione a zero ore si capisce la difficoltà anche di gestione comunicativa. L’assemblea di oggi poteva e doveva essere il momento giusto per chiarire bene tutti i passaggi anche burocratici. Non avere un minimo di chiarezza e di certezza rende difficile qualsivoglia comunicazione verso i lavoratori. E ciò è intollerabile». [Andrea Quadroni, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: