Acli/ Le tasse non possono essere uguali per tutti

AclifiscoMolte le critiche delle Acli alle novità introdotte nel sistema fiscale dopo l’abolizione dell’Imu. Franco Fragolino, Luisa Seveso e Silvia Camporini sono in difficoltà nel sintetizzare in poco tempo tutte le infinite magagne tecniche e di ingiustizia sociale delle nuove tasse che fanno rimpiangere fortemente la vecchia Imu. La Tasi in particolare definita come Imu mascherata e ancora più difficile da pagare appare  ingiusta e cervellotica nelle modalità di applicazione. Ma come possono fare i comuni costretti dalle inique norme governative e dalla cronica mancanza di fondi a far quadrare i bilanci senza annullare i pochi servizi che sopravvivono ai tagli? Per le Acli è necessario applicare imposte commisurate alla ricchezza di ciascuno esentando almeno tutti coloro che hanno  un reddito netto annuo di 15 mila euro e arrivando ai massimi consentiti con le altre imposte assicurando gradualità all’imposizione comunale da differenziare in base al reddito. Presto on line tutti i video della presentazione alla stampa del punto di vista delle Acli che chiedono che le loro osservazioni siano ascoltate da tutti comuni della provincia, Como inclusa ovviamente.

Anteprima video. On line sul canale di ecoinformazioni tutti i video della conferenza stampa delle Acli di Como di giovedì 12 giugno.

 

Introduzione di Luisa Seveso, presidente delle Acli di Como. On line sul canale di ecoinformazioni tutti i video della conferenza stampa delle Acli di Como di giovedì 12 giugno.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: