31 luglio/ Amore e speranza

AmoreSperanzaAmore e speranza è il titolo del libro che raccoglie la corrispondenza tra l’architetto razionalista Gian Luigi (Giangio) Banfi e la giovane moglie Julia Bertolotti tra l’aprile e il luglio 1944, che verrà presentato a Lanzo d’Intelvi a cura della Biblioteca Comunale.

L’incontro, con l’introduzione di Adalberto Piazzoli, la presentazione di Giuliano Banfi, le letture di Maria Pia Vincenti e Jean Blanchaert, si terrà giovedì 31 luglio al Palalanzo alle ore 20.45.

Nel volume sono raccolti i messaggi scambiati dalla coppia, e – cosa straordinaria in casi come questi – sono presentati sia i messaggi inviati da Banfi alla moglie, sia quelli da lui ricevuti dall’esterno del campo d’internamento, perché consegnati a Julia, per la loro conservazione, a ridosso della traduzione in Germania. Costituiscono nel loro complesso una testimonianza di grande valore intellettuale, morale ed affettivo, perché disegnano uno spaccato della deportazione e dei suoi protagonisti, esprimono in rara comunione di sentimenti la realtà dell’esistenza precaria nella Milano occupata dai tedeschi, nel carcere di San Vittore e nel campo d’internamento di Fossoli. Durante incontri affrettati e pericolosi Giangio e Julia riescono a scambiarsi bigliettini fitti fitti e ripiegati a striscioline, con parole d’amore e di conforto alternate alla narrazione delle esperienze quotidiane… Grazie a questa corrispondenza clandestina con la sua amata Julia, Banfi, animatore del partito d’azione, arrestato dopo le confessioni estorte a un compagno di cospirazione, può comunicare col mondo libero e alimentare il filo della speranza. [FC, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: