Mese: Novembre 2014

Lavori a Porto Marina

pontiliLavori per la sostituzione dei pontili del porto di Como per 300mila euro.

 

«Proseguono i lavori per la sostituzione dei pontili del Porto Marina 1, ossia degli ormeggi nei pressi della diga foranea – spiegano dal Comune di Como –. Il cantiere, finanziato da Csu, la società che per conto del Comune si occupa della gestione dei posti barca, prevede un investimento di 300mila euro. Tempo permettendo, i lavori si chiuderanno entro metà dicembre. Fino alla fine di questa settimana l’intervento interesserà il pontile sud, occupato dagli ormeggi dal numero 41 al numero 72 e successivamente, il pontile nord, ormeggi dal numero 1 al numero 40». [md, ecoinformazioni]

25 novembre/ Abbecedario delle donne

ABBECEDARIO1[1]Il Comune di Cernobbio organizza martedì 25 novembre per la Giornata mondiale contro la violenza alle donne, alle 20,30 a Villa Bernasconi in via Regina 7 a Cernobbio, Abbecedario delle donne con La brigata dei novellatori di Cernobbio, Telefono donna, Cire, Elena Nuozzi, C’est la vie qui danse gruppo di danza terapia coordinato da Rita Domenichini. Ingresso libero, sono gradite scarpette rosse.

Nel Comasco oltre 400 donne maltrattate all’anno

20141124_120335I dati sono stati elaborati dalla Rete interprovinciale sulla violenza e maltrattamenti nei confronti delle donne e sono «relativi solo alle schede di monitoraggio compilate sui casi presi in carico». I risultati, presentati dall’amministrazione provinciale in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne (25 novembre), parlano di un fenomeno purtroppo imponente: dal 2009 al primo semestre del 2014 sono 2351 i casi di maltrattamento. Leggi i dati Nello specifico: il 32, 03% delle donne sono straniere contro il 65,84 d’ italiane. Il 52, 66% è composto da femmine con una professione, il 47, 34 invece è priva di reddito (e, di conseguenza, ha più difficoltà a rendersi indipendenti). I maltrattamenti più diffusi sono quelli fisici (42, 91%) e psicologici (34, 61%); avvengono per il 90% da persone conosciute e in contesti protetti (di questi, il 54, 8% da parte del compagno/ coniuge, quindi in famiglia). I figli spesso sono costretti ad assistere agli episodi di violenza: in questi cinque anni sono 2040 quelli minorenni, 813 i maggiorenni. Della rete fanno parte diverse realtà: Provincia di Como – assessorato Pari Opportunità, prefettura, questura, Carabinieri del comando provinciale di Como, uffici di Piano di Cantù, Como, Dongo, Erba, Lomazzo, Mariano Comense, Menaggio e Olgiate Comasco, azienda ospedaliera S. Anna di Como, ospedali Moriggia Pelascini di Gravedona, Fatebenefratelli di Erba, Valduce di Como, Ufficio Scolastico Provinciale, Asl, Telefono Donna, Caritas di Como, Erba e Cantù. I principali punti d’accesso ai servizi sono il numero verde: 800.166.656 a cui rispondono il centro antiviolenza di Como e le antenne territoriali di Mariano Comense, Lomazzo, Porlezza e Menaggio; il pronto soccorso ospedaliero, le caserme dei carabinieri e la questura. Da lì, è possibile essere “smistate” all’ interno di percorsi di protezione. A disposizione della donna, ci sono il supporto psicologico e transculturale, l’orientamento legale e attività d’assistenza extragiudiziale. Le azioni di service alla rete provinciale comprendono la formazione per le forze dell’ordine, la costruzione di procedure condivise con i servizi tutela minori del territorio, lo sviluppo di linee-guida per la presa in carico del nucleo familiare straniero, una campagna informativa e la verifica sull’ attuazione del protocollo interistituzionale, in scadenza nel maggio 2015, sia a livello di tavolo provinciale e distrettuale. Esiste un servizio di pronto intervento (una sperimentazione: consente di trovare una collocazione immediata) e accoglienza per un totale di 10 posti. Sono 73 le persone ospitate: 46 donne e 23 bambini. Sempre nell’ambito del contrasto alla violenza, il progetto Una rete per dire basta, di cui ente capofila è il comune di Mariano, nasce nel 2011 e si prefigge il compito di potenziare gli aiuti per le femmine in difficolta, in particolare “le antenne” (gli sportelli d’aiuto) sul territorio. Oltre a 40 mila euro messi a disposizione dalla Provincia, ha ricevuto un contributo di 75mila euro dalla Regione e – ci si augura, – ad aprile 2015 dovrebbe essere rinnovata la convenzione. La Provincia, tramite la consigliera di parità Paola De Dominicis, invita a segnalare le molestie subite sul posto di lavoro all’indirizzo mail: consiglierapari@provincia.como.it Martedì 25 Novembre diventerà attivo il numero di telefono del servizio provinciale per uomini che hanno agito o agiscono comportamenti violenti e controllanti nelle relazioni d’intimità. “Spazio per Uomini che vogliono cambiare” accoglie un bisogno territoriale emerso e raccolto grazie al lavoro della rete attivata dal “Protocollo di intesa provinciale per la promozione di strategie condivise e azioni integrate, finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza contro le donne. Il numero da contattare è: +39 3441423510. [Andrea Quadroni, ecoinformazioni]

Medici Senza Frontiere ricerca volontari alla Feltrinelli per natale

msfDal 29 novembre al 24 dicembre Medici Senza Frontiere sarà presente con un banchetto di volontari presso la libreria Feltrinelli di Como con l’iniziativa A Natale ci prendiamo cura dei tuoi regali, volta a sensibilizzare e raccogliere fondi. I volontari confezioneranno pacchetti regalo per la clientela a fronte di una donazione libera. Per questo Msf ricerca volontari per turni di tre-quattro ore; l’età minima per partecipare è di 16 anni. Un piccolo impegno per un contributo concreto ai progetti di soccorso medico in tutto il mondo. Info supportonatale.milanocomo@msf.it

27 novembre/ La ballata delle aggiughe: Vergassola alla Feltrinelli

Vergassola (2)Giovedì 27 novembre alle 17.45 Dario Vergassola, scrittore, comico e personaggio televisivo, presenterà alla libreria Feltrinelli di via C. Cantù a Como il suo ultimo lavoro letterario: La ballata delle acciughe [2014, 129p.,16.90 euro, ed. Mondadori Electa] .La vicende del racconto di Vergassola hanno luogo nella periferia di La Spezia al Bar Pavone. Una giostra di personaggi originali, buffi, a volte ridicoli ma anche molto realisticamente vicini a ognuno di noi popola il racconto, con le loro paure, le loro piccole e grandi manie, i loro problemi quotidiani ed esistenziali. L’autore dialogherà con Maurizio Pratelli di QTime. Interverrà il musicista statunitense Thom Chacon.

 

29 novembre/ The Beatland in concerto per l’Aism

concerto aismSabato 29 novembre alle 21 all’auditorium di Capiago Intimiano, The Beatland, band definita a giudizio di competenti critici musicali, una delle più famose e autorevoli “Live tribute praise performer” dei Beatles, suonerà a sostegno del centro Aism di via Pasquale Paoli a Como. Ingresso 10 euro. Info e prevendite eventicomo@aism.it

Como e la grande guerra

forte sasso cavallascaMostra per il centenario della Prima guerra mondiale al Museo Storico Giuseppe Garibaldi in piazza Medaglie d’oro 1 a Como, promossa dai Musei civici di Como, Liceo statale “Giovio”, Centro dtudi Filippo Buonarroti, comitato scientifico Salvo Bordonaro, Benedetta Cappi, Antonio Larocca, Isabella Nobile, Rachele Viscido, Ornella Zagami, inaugurazione mercoledì 26 novembre alle 14.30, aperto fino al 14 giugno da martedì a sabato dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 17, mercoledì dalle 9.30 alle 17, domenica dalle 10 alle 13, lunedì chiuso.

 

«Sono passati quasi cento anni da quando il nostro paese decise di intervenire in una guerra che si rivelò una tragedia immane. Nulla può cancellare i 650.000 soldati italiani caduti, i 600.000 prigionieri o dispersi ed i 947.000 feriti – ricorda una nota del Comune di Como –. Molti giovani lasciarono la scuola per arruolarsi volontari, i fanciulli e le donne furono occupati per la mobilitazione industriale bellica e si aprirono fronti interni di pedagogia propagandistica.
Alcuni giovani del terzo millennio hanno deciso di riflettere su queste eventi per cercare di capire come la loro città, Como, abbia vissuto gli anni tremendi della guerra. Sono gli studenti di alcune classi del Liceo linguistico scientifico “Giovio” di Como; hanno analizzato documenti d’archivio, letto libri e rappresentato i ricordi di piccoli eventi perché non siano dimenticati e creino una trama su cui costruire un tessuto di pensieri».

Al progetto, coordinato da Ornella Zagami e Antonio Larocca, hanno partecipato: «Gli studenti della classe VD (anno scolastico 2013-2014) e delle classi VD, VSB, IVLD e IVC (anno scolastico 2014-2015)».

Tre le sezioni della mostra che verranno inaugurate in tempi differenti:

«I giovani nella bufera bellica
Inaugurazione mercoledì 26 novembre 2014 ore 14.30
Si approfondiscono tematiche relative alle condizioni che favorirono lo scoppio della guerra, ai giovani studenti del Real Ginnasio Liceo “Volta” di Como, alla mobilitazione industriale comasca e alla pedagogia propagandistica;

Il contributo delle donne – Patologie nella Grande Guerra
Inaugurazione sabato 28 febbraio 2015 ore 14.30
La memoria della guerra ha un tono diverso nelle testimonianze femminili: le donne sono ritratte in mansioni riservate agli uomini e, per l’epoca, di impensabile autonomia; il ruolo ed i riconoscimenti sociali rivelano significativi cambiamenti. La guerra provoca una notevole mobilitazione in campo sanitario; si studiano le patologie relative alla situazione bellica e si affermano nuove tecniche di intervento medico-infermieristico;

Comunicazione e propaganda
Inaugurazione martedì 21 aprile 2015 ore 14.30
Si può considerare la Grande Guerra il primo evento pubblicitario internazionale dell’età contemporanea: i media, pervasi dal nefasto spettacolo bellico, diventano uno strumento eccellente di propaganda e pubblicità commerciale».

Per informazioni tel.
031.252550, e-mail
musei.civici@comune.como.it. [md, ecoinformazioni]

Xanadù/ A Natale regala il cinema di qualità allo Spazio Gloria

PROMONATALE_2014 (2)Arci Xanadù propone per i soci e le socie Arci speciali abbonamenti “natalizi” alle prime visioni 2015 dello Spazio Gloria e per nuova stagione (gennaio/maggio 2015) della rassegna di cinema internazionale d’autore I Lunedì del cinema. Le versioni disponibili per le prime visioni sono: sei proiezioni a 35 euro e dieci proiezioni a 50 euro. Per I Lunedì del cinema sono: sei proiezioni a 35 euro e il ciclo completo di 18 film a 70 euro.  A disposizione inoltre biglietti per singole proiezioni a 7 euro. A natale regala il cinema di qualità! Info: arcixanadu@gmail.com

Teatro San Teodoro/ A Natale regala la Cultura

ImageProxy.mvcIl Teatro San Teodoro di Cantù lancia la campagna di solidarietà Regala il Teatro. Chi aderirà all’iniziativa permetterà ad alcune famiglie in difficoltà indicate dai Servizi Sociali nell’ambito territoriale di Cantù, di accedere gratuitamente agli spettacoli che il San Teodoro dedica a bambini e famiglie. Partecipando all’iniziativa con una donazione, si riceveranno dei biglietti da utilizzare per qualsiasi spettacolo della stagione 2014/2015 e lo stesso quantitativo di ingressi verrà destinato a famiglie in difficoltà. Scarica la brochure informativa. Info www.teatrosanteodoro.it – info@teatrosanteodoro.it

25 novembre/ Libere dalla paura, libere di essere

giornata-donne

Dal 1999 il 25 novembre è stata designata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite come la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne invitando i governi, le organizzazioni internazionali, le ong ad organizzare attività al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica. Anche i comitati territoriali Arci hanno in programma iniziative, spettacoli, eventi per sensibilizzare sulla violenza di genere. L’elenco delle iniziative è disponibile cliccando qui. [Arci nazionale]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: