Solidarietà

Il supporto non si sfratta (ed è contagioso)

La mattina del 10 luglio, davanti al Comune di Como, i volontari e le volontarie di Supporto Attivo hanno dimostrato coi fatti la loro utilità sociale, consegnando alle persone in difficoltà gli alimenti che vengono conservati nello spazio di Sagnino che ora il Comune di Como vuole togliergli, in totale sprezzo della solidarietà.

(altro…)

10 luglio/ Solidarietà in strada

«Sabato 10 luglio la tradizionale consegna delle spese solidali alle famiglie della rete di Supporto Attivo Como sarà diversa dal solito. Perché? Da giovedì prossimo non avremo più la possibilità di usufruire dei nostri spazi al Centro Civico di Como Nord in quanto il Comune ha deciso di non rinnovarci la concessione. Cosa faremo? Sabato mattina dalle 9 alle 13 “prendiamo in prestito” il piazzale davanti al Comune di Como per svolgere le nostre attività in pubblico e mostrare alla cittadinanza quanto costruito finora grazie alla grande solidarietà di Como. Come puoi partecipare?
Unisciti per un giorno alla vita di Supporto Attivo! Porta alimenti secchi e a lunga conservazione da donare per la distribuzione delle spese solidali. E poi? Per non rimanere in mezzo a una strada dobbiamo contare solo sulle nostre forze. Unisciti alla rete e aiutaci a trovare una nuova casa!» [Supporto attivo]

Video/ La solidarietà non si sfratta, né si sloggia

Giusta l’idea di supporto attivo che ha scelto di organizzare, avanti al centro civico di Sagnino, proprio mentre avveniva la distribuzione dei pacchi alimentari la presentazione delle ragioni contro l’intimazione di sfratto decisa dal Comune di Como che determinerebbe l’interruzione di un servizio essenziale per 76 famiglie. C’è stata così, anche al di là delle parole (misurate e attente a cercare comunque un’intesa con il Comune) con le quali Gianluca Pozzoni e Andrea Ceccoli hanno illustrato fatti e prospettive, l’evidenza dell’importanza di un’azione di solidarietà dal basso che non può e non deve essre ostacolata dalle istituzioni. Costruttiva anche la risposta di Supporto attivo alla novità (non comunicata dal Comune al gfurppo) costituita dalle voci (un comunicato è arrivato a alcune testate) riportate dai giornalisti ai volontari dell’intenzione del Comune di intercedere perché uno spazio della Caritas locale sia messo a disposizione delle ragazze e dei ragazzi solidali. Ceccoli e Pozzoni hanno accolto la proposta con interesse, chiarito che essa segue alla disponibilità già offerta dall’Arci provinciale da altri soggetti di Terzo settore, ringraziato Arci e Caritas, ma evidenziato che attualmente il servzio è in una struttura pubblica comunale e non si comprendono i motivi per spostarla in spazi privati. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

(altro…)

Prc/ La solidarietà non si sfratta

«L’Amministrazione di questa città non si smentisce mai e non perde occasione di dimostrare quanto la volontà politica di Sindaco e Giunta vadano inesorabilmente nella direzione di intraprendere una feroce guerra contro i poveri ma mai contro la povertà.

(altro…)

La solidarietà non si sfratta/ Le richieste

Al silenzio assordante del Comune di Como, che ci si augura preluda alla doverosa marcia indietro dopo la vergognosa decisione di sfrattare la solidarietà, corrisponde invece la disponibilità degli sfrattati che articolano con chiarezza le ragioni per le quali in una città amministrata con attenzione ai diritti degli e delle abitanti la loro iniziativa sarebbe stata supportata e non sopportata solo fino alla persunta fine della pandemia. Il comunicato di Supporto attivo.

(altro…)

ecoinformazioni on air/ La solidarietà non si sfratta

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione delle 7,15 del 28 giugno di Metroregione di Radio Popolare. Il Comune di Como sfratta la solidarietà impedendo alla rete Supporto attivo di fornire la spesa a soggetti a rischio perché anziani o comunque in difficoltà.

(altro…)

Supporto attivo/ La solidarietà non si sfratta

«Supporto Attivo Como è una rete di solidarietà e mutuo aiuto nata per fare fronte ai bisogni sociali emersi o aggravatisi con l’attuale pandemia. Nel marzo dell’anno scorso, con il primo lockdown nazionale, alcuni dei nostri volontari si sono adoperati spontaneamente per consegnare la spesa in tutto il territorio di Como Nord alle persone più a rischio (anziani e/o fragili). In questo modo, si è consentito alle persone a rischio di rimanere in casa e ridurre la propria esposizione al contagio, contribuendo anche a limitare diffusione e impatto della pandemia stessa.

(altro…)

Arci/ La solidarietà non si sfratta

L’Arci ha accolto con iniziale incredulità la notizia che il Comune di Como ha deciso di sfrattare il gruppo di solidarietà che anima la raccolta di beni essenziali (anche con la collaborazione di supermercati) a 72 famiglie comasche che ricevono pacchi di prima necessità che evidentemente l’Assessorato ai servizi sociali del Comune capoluogo non vuole o non sa distribuire. Eppure è vero [si vedano le foto della comunicazione ufficiale del Comune del 24 giugno]. Gianluca Pozzoni, uno degli animatori del gruppo, ci ha confermato che il Comune di Como ha deciso di negare l’utilizzo di un piccolo locale nel Centro Civico di Sagnino, essenziale per lo stoccaggio dei beni da distribuire. Le ragioni della decisione ci appaiono pretestuose, tra esse spicca il riferimento all’evoluzione della pandemia che determinerebbe la non necessarietà del servizio. Tale valutazione ci appare segno della non consapevolezza della realtà sanitaria del territorio comasco e è in assoluto contrasto con tutte le analisi che evidenziano come la crisi sociale e le necessità di solidarietà vitale sono crescenti e lo saranno per anni anche se (e così non è) la pandemia fosse finita.

(altro…)

Como vince con Aifo

Fra le scuole premiate nel concorso scolastico Aifo si sono classificate al primo posto 2 scuole di Como. Chi conosce Aifo (Associazione Italiana Amici di Follereau) sa bene che l’attenzione verso la scuola ed i giovani sono sempre state al centro del suo progetto educativo e formativo, perché non si può pensare ad un futuro migliore, sognarlo senza più ingiustizie, più umano, inclusivo e solidale, come desiderava ardentemente Follereau, e non cercare il contatto con i giovani destinati ad “ereditare la terra“.

(altro…)

Solidarietà, pace e cultura sulle rive del Lago di Como

Massimo Borri per ecoinformazioni racconta l’iniziativa di solidarietà svoltasi domenica 13 giugno 2021 a Menaggio: una raccolta fondi tramite la vendita di libri usati per sostenere l’ospedale di Gaza in Palestina.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: