Dario Onofrio

Rifiutiamoci!

«Zero rifiuti zero plastica» sembra un miraggio, uno slogan in grado di infiammare gli animi più ecologisti, eppure è un limite tangibile, reale, possibile. Rossano Ercolini ed il Circolo ambiente Ilaria Alpi, nel corso di una serata che ha visto il vulcanico fondatore di Zero Waste (e autore del libro Rifiuti zero) dialogare vivacemente tanto con Roberto Fumagalli che con un pubblico attivo e ricettivo, provano a riportare sul piano di una realtà sempre più stringente (eppure lontanissima dalla comunicazione generalista di media e politiche attuali) la necessità di una presa in carico del problema della produzione dei rifiuti. Nell’ambito del progetto Brianza senza plastica, del quale ecoinformazioni è media partner, volto a sensibilizzare ad ogni livello cittadinanza ed istituzioni, si è provato, nel corso della serata, a dare suggerimenti creando domande, spumeggianti provocazioni e nuove idee di economia domestica.

(altro…)

4 maggio/ Zero rifiuti, zero plastica

Il Circolo Ambiente Ilaria Alpi organizza, martedì 4 maggio ore 20,45 su Zoom e Facebook, una videoconferenza, nell’ambito del progetto Brianza Senza Plastica. Protagonista Rossano Ercolini, tra i promotori della campagna Rifiuti zero, vincitore nel 2013 del Goldman Environmental Prize (Nobel alternativo per l’ambiente).

(altro…)

25 aprile 2021/ Liberazione/ Prima parte

Abbiamo cominciato questa “3 giorni” dedicata al 25 Aprile “dal fondo”, dall’attualità, mettendo la testa nel groviglio di problemi, ancora ben lungi dall’essere risulti, determinati dalla presenza dei gruppi neofascisti e neonazisti che, purtroppo, ancora si richiamano a quelle ideologie che l’impegno democratico avrebbe dovuto cancellare definitivamente. Lo abbiamo fatto per rendere chiaro che quel percorso di conquista della Libertà e della Democrazia, che ha nel 25 Aprile un momento centrale e fondante, non è ancora concluso. Che l’impegno non può affievolirsi.

(altro…)

1940 – La catastrofe/ Jacopo Tomatis/ Tra guerra e cultura popolare

Il docente dell’Università di Torino Jacopo Tomatis affronta il tema del rapporto tra fascismo, guerra e “cultura popolare”, ovvero musica e spettacolo e mezzi di comunicazione di massa (all’epoca, ovviamente, la radio), all’interno di una situazione in cui il regime aveva interesse a controllare ogni aspetto della vita della gente.

(altro…)

1940 – La catastrofe/ Francesco Palaia/ La fabbrica

Il ricercatore della Fondazione di Vittorio Francesco Palaia approfondisce la situazione delle fabbriche e della classe operaia, ma anche dei contadini, in particolare negli anni Trenta, prima dell’entrata in guerra, ma con un’analisi anche della situazione che conduce agli scioperi nelle fabbriche del 1943-1944.

(altro…)

1940 – La catastrofe/ Simona Salustri

La storica e docente dell’Università di Bologna Simona Salustri affronta la situazione economico-sociale e il tema del consenso del fascismo nel periodo antecedente l’entrata in guerra, ed entra poi nel merito della situazione dell’“economia di guerra” e quindi delle conseguenze sulla vita quotidiana delle persone.

(altro…)

1940 – La catastrofe/ Gianfranco Pagliarulo/ La catastrofe 80 anni dopo

Il presidente nazionale dell’Anpi Gianfranco Pagliarulo in questo intervento compone una sintesi essenziale degli scopi e delle risultanze del convegno “virtuale”, ripercorrendo le varie problematiche affrontate da tutti gli interventi, e riportandole anche all’attualità, inserendole cioè nella concreta pratica politica dell’Associazione.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: