Accoglienza/ Si può, si deve, si fa

oltrelosguardo

Lunedì 4 aprile nella parrocchia di Fino Mornasco, per il ciclo Oltre lo sguardo parole del Coordinamento comasco per la Pace, si è svolto l’incontro Accoglienza, trattata in ambito di integrazione dei migranti. A parlare ampiamente del tema è stato don Giusto Della Valle, parroco di Rebbio, che di accoglienza ne sa, in teoria ma soprattutto in pratica.

Uno dei  parroci a concretizzare ciò che predica, don Giusto ha costituito una comunità nella sua stessa casa, dove ospita intere famiglie di pakistani, senegalesi, afghani… dando loro un posto caldo e sicuro dove dormire, condividendo i pasti, offrendo corsi di italiano tenuti da volontari per favorire l’integrazione. Come sottolinea sempre, accogliere non è solo soddisfare i bisogni fisici degli individui che ci si trova di fronte, ma ascoltare e aiutare la persona nella sua totalità, senza scordare la sfera emotiva e psicologica. Con lui due testimoni: Nasser, ragazzo pakistano da pochi mesi in Italia, trovato alla stazione San Giovanni di Como, e Patricia Maria, dal Salvador, accolta dalle suore guanelliane. Le loro  storie dimostrano che l’accoglienza si può e si deve fare. Don Giusto  ha colto l’occasione per lanciare proposte e idee di come sarebbe risolvibile la situazione se tutti i comuni e le parrocchie facessero la loro parte. [Valeria Peverelli, ecoinformazioni]

Guarda sul canale di ecoinformazioni tutti gli altri video di Valeria Peverelli dell’incontro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: