Il Campo governativo di Como rimane interdetto alla democrazia

camponotturno-cf

Con una nota, la Prefettura di Como rende conto della risposta del Ministero degli Interni alla richiesta approvata all’unanimità dal Consiglio comunale di Como che «il Campo, parte del territorio della città, non sia una struttura chiusa al controllo democratico, pertanto i consiglieri comunali (con modalità opportune ad evitare ogni intralcio alle attività in corso) siano autorizzati dalla Prefettura a visitare il Campo per controllarne l’efficienza, il rispetto dei diritti umani e la corrispondenza agli interessi della città».

La risposta che appare  incongrua rispetto alla richiesta sembra riferirsi a una generica apertura senza alcun controllo del Campo governativo che nessuno aveva chiesto e conferma la volontà di tenere il Campo al riparo da occhi indiscreti,  in un imbarazzante cono d’ombra  non considerando evidentemente come compito significativo dei rappresentati del popolo il controllo democratico di ogni parte del territorio, lascia intendere che essi potranno essere autorizzati a entrare solo se incaricati di svolgere compiti diversi da quelli per i quali hanno ricevuto il mandato popolare. Leggi il testo integrale della nota. Leggi  le richieste approvate all’unanimità dal Consiglio comunale di Como.

[Foto Claudio fontana per ecoinformazioni]

1 thought on “Il Campo governativo di Como rimane interdetto alla democrazia

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: