Neofascisti e leghisti vogliono la guerra fra poveri

Con una allarmata presa di posizione di Pierluigi Tavecchio e Fabrizio Baggi, la segreteria provinciale del Prc/Se di Como illustra come alcune azioni delle destre spingono la città sull’orlo del baratro della disumanità.

«Nella città di Como nelle ultime settimane stanno succedendo cose  che rappresentano una minaccia per l’ umanità .

Spocchiose e disumane come certi titoli de La Provincia che annunciano soddisfatti nuove misure per cancellare  mendicanti ed accattoni , come se questi fossero il problema della città.

Segregazioniste , e disumane, come le proposte di Rapinese & C. di imporre il coprifuoco alle ore 20 per i  profughi, magari marchiandoli , pensiamo,  per riconoscerli più facilmente.

Senza cuore, e disumana , come la decisione del consiglio parrocchiale di S. Rocco di togliere i bagni chimici e con questo allontanare anche le persone in difficoltà che li usavano.

Stragista e disumana, come la decisione di chiudere l’ unico rubinetto dal quale le persone che dormono all’autosilo abbandonato dell’ex Ospedale prendevano l’acqua per lavarsi.

Cinica e disumana come certi assessori comaschi che non fanno accoglienza pensando così di scoraggiare nuovi arrivi di disperati.

Razzista , fascista e disumana come il presidio di Como Ai Comashi che soffia sul fuoco delle paure e del disagio degli italiani poveri dando la colpa ai profughi per tutto : disoccupazione, povertà e criminalità.

Noi invece vogliamo restare umani.

Continueremo a fare accoglienza, perché l’ acqua, il cibo, un lavoro e una casa sono un diritto di Tutti gli esseri umani, e noi continueremo a rivendicare questi diritti per tutti, italiani e stranieri.

Continueremo a denunciare le ingiustizie e lo sfruttamento  e a contrastare neofascisti e leghisti che vogliono la guerra fra poveri che, si sa, alla fine viene vinta da chi é già ricco.

Non smetteremo mai di utilizzare tutta la nostra umana saggezza, perché sappiamo, come dice il proverbio che “quando il saggio indica il capitalismo, lo stolto guarda l’ immigrato”». [Pierluigi Tavecchio e Fabrizio Baggi per la segreteria provinciale del Prc/Se di Como]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: